Ultime notizie:

Teofilo Folengo

    Pitocchi rivoluzionari nei boschi di Busto Arsizio

    «La vita è terribile e fosca, e le donne ne portano il peso maggiore». Questo lapidario aforisma è il filo rosso del nuovo romanzo di Laura Pariani. Ambientato in due periodi paralleli, nell'ottobre del 1652 e del 1672, il libro racconta il tentativo di rivolta sociale e sessuale (nelle campagne

    – di Gino Ruozzi

    Il discorso di Dio

    Carissimi, ho deciso di mostrarmi a voi perché comincio a nutrire serie preoccupazioni che infastidiscono il mio sonno. Vi ho creati spinto da un ottimismo infantile, lo ammetto, che in quel momento mi pareva necessario. Ho indubbiamente sopravvalutato le vostre capacità empatiche e di relazione. Ho fatto orecchie da mercante quando mi si chiedevano conferme sulla mia esistenza. Ho tergiversato di fronte all'egoismo che ha dettato gran parte delle vostre scelte. Ho sopportato a lungo la vostra...

    – Aisha Cerami

    In fuga dalla letteratura

    E' in uscita il Meridiano Mondadori che raccoglie la narrativa di Gianni Celati, tutti i romanzi, larga parte dei racconti e dei taccuini di viaggio, da Comiche

    – Ermanno Cavazzoni

    L'Italia a vocazione ottomana

    Questo articolo è uscito sull'Indice lo scorso mese:  Proclamare il migliore scrittore italiano vivente sta diventando una tendenza sempre più frequente nella critica e nella pubblicistica letteraria, tendenza che forse risponde solo all'irresistibile tentazione di segnare punti fermi all'inizio di un nuovo decennio. Di recente hanno meritato, a ragione, questa gravosa investitura scrittori come Michele Mari, Rosa Matteucci e Alberto Arbasino, ma forse l'unico che si merita una tale formula è co...

    – nicola villa

    Mio Duca, che stoffa!

    La mostra al Poldi Pezzoli dedicata ai tessuti lombardi del Rinascimento svela un autentico segreto: l'araldica viscontea e sforzesca aveva ispirato le decorazioni di damaschi e broccati - I panni azzurri, cremisi, neri spesso intessuti in oro erano apprezzati in tutta Europa: gli stemmi erano il marchio di fabbrica