Aziende

Telecom Italia

Telecom Italia S.p.A è un’azienda di telecomunicazioni che offre servizi di telefonia fissa e mobile, telefonia IP, internet, media e tecnologia satellitare sia in Italia che all’estero.

Telecom Italia nasce nel luglio 1994, come conseguenza del "Piano di Riassetto del settore delle telecomunicazioni", presentato dall’Iri (Istituto per la Ricostruzione Industriale Spa).

Il piano prevedeva la fusione di cinque società del gruppo IRI-STET che operavano nel settore telefonico: Sip, Iritel, Italcable, Telespazio e Sirm. L’anno successivo da Telecom Italia nasce Tim (Telecom Italia Mobile) che si occuperà di telecomunicazioni mobili. Nell’ottobre 1997, sotto la presidenza di Guido Rossi, il governo decide la privatizzazione della società: Telecom Italia si fonde con la Finanziaria Stet.

Nel giugno 1999 Olivetti, già nel settore delle telecomunicazioni con Omnitel e Infostrada, riesce in seguito ad un’offerta d’acquisto e scambio ad ottenere il controllo della società. Nel 2001 il gruppo Olivetti-Telecom si trova però in difficoltà e Colaninno, Gnutti e i loro soci passano la gestione a Olimpia, la nuova società creata da Pirellie Benettonper acquistare la quota di controllo del gruppo Olivetti-Telecom. Espressione del nuovo management è Marco Tronchetti Provera.

Nel marzo 2005 Telecom Italia Spa incorpora Tim, mentre nel settembre 2006 la società viene riorganizzata in quattro diversi settori: Telecom Italia, per la telefonia fissa; Telecom Italia Mobile, per la telefonia mobile; Telecom Italia Rete, per la rete telefonica e Telecom Italia Net (Tin.it) per internet e media.

Nel 2007 la quota di Pirelli in Olimpia viene rilevata da Telco, una nuova cordata cui fanno capo investitori istituzionali italiani e Telefonica, la società spagnola di Tlc, come partner industriale. Il nuovo patto così costituito per il controllo della società esprime l'attuale management, composto da Gabriele Gelateri di Genola come presidente e Franco Bernabé come amministratore delegato.


L'11 marzo del 2016 Vivendi si porta in Telecom al 24,9%, appena sotto la soglia dell'opa, diventando l'azionista di riferimento del gruppo. Pochi giorni dopo l'ad Marco Patuano lascia l'azienda e Flavio Cattaneo viene nominato nuovo a.d. Nel luglio 2017 Cattaneo si dimette e il presidente Arnaud de Puyfontaine, che è anche il ceo di Vivendi, assume fino a settembre tutte le deleghe esecutive.

Ultimo aggiornamento 21 dicembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Internet | Telecomunicazioni | TIM | Olivetti | Telefonia | Benetton | Marco Patuano | Infostrada | Omnitel | Gabriele Gelateri | Società Torinese per l'Esercizio Telefonico | Telespazio | Telco | Flavio Cattaneo | Vivendi | Pirelli | Marco Tronchetti Provera | Iri | Industriale Spa | Franco Bernabé | Stet | Guido Rossi |

Ultime notizie su Telecom Italia

    Tim, ormai la scelta è solo di che morte morire

    In 20 anni Tim ha perso il 77% del proprio valore, rispetto al +48% dell'indice europeo di settore. La spiegazione sta nel crollo del rendimento sul capitale investito (ante-imposte) passato dal 27% del 1999 al 7,8% attuale.

    – di Alessandro Penati

    Vivendi scatta a Parigi dopo ricavi trimestrali oltre le attese con Umg

    I titoli del gruppo francese, primo azionista di Telecom Italia, hanno sfiorata quasi un +5% ... I titoli del gruppo francese, primo azionista di Telecom Italia, hanno sfiorata quasi un +5% in mattinata a fronte di un indice Cac 40 poco sopra la parità, per poi ridurre leggermente nel pomeriggio con l'indebolimento generale delle Borse europee. ... A proposito di Telecom Italia, il ceo di Vivendi Arnaud de Puyfontaine ha indicato che la «situazione è molto grave» e, pur avendo inizialmente detto...

    – di Giuliana Licini

    Tim, si spacca il fronte Elliott. Impasse tra Gubitosi e Altavilla

    Il comitato nomine di Telecom si spacca. ... Nella pur tormentata storia della Telecom, non era mai successo che un ad fosse nominato senza avere l’unanimità in consiglio. ... Ad ogni modo il tentativo è quello di compattare almeno le fila all’interno dello schieramento Elliott per evitare di varare un “governo di minoranza” che, nella situazione altamente conflittuale che dilania Telecom, non arriverebbe a mangiare la colomba, ma forse nemmeno il panettone.

    – di Antonella Olivieri

    Telecom, Genish un'ora dopo la sfiducia vende tutte le sue azioni

    Neppure il tempo di "incassare" la sfiducia, come amministratore delegato, del cda di Telecom Italia e Amos Genish - dall'Asia - ha venduto subito sul mercato tutte le proprie azioni del gruppo tlc (circa 1 milione di pezzi) per oltre 520mila euro. ... In realtà, va precisato che Genish aveva comprato tutto il pacchetto in questione (pari a 1 milioni di titoli) lo scorso 4 settembre e martedì scorso, a valle della sfiducia, lo ha ceduto chiudendo di fatto la sua posizione su Telecom e realizzando...

    – di Cheo Condina

    Tim, caos sul nuovo ad. Diviso anche il fronte della sfiducia a Genish

    «In merito alla nomina del nuovo amministratore delegato di Tim, l'azienda informa che le attività volte alla preparazione delle deliberazioni che saranno assunte dal consiglio di amministrazione del prossimo 18 novembre sono in corso». Così un comunicato di Telecom Italia al termine del Comitato

    – di Monica D'Ascenzo e Alberto Annicchiarico

    Europa in rosso con il caos Brexit, Piazza Affari maglia nera

    Le incertezze sulla tenuta del governo di Theresa May dopo l'accordo preliminare sulla Brexit e lo scontro Roma-Bruxelles sulla manovra economica italiana hanno pesato sui listini azionari europei (quil'andamento degli indici). Maglia nera di giornata è stata Piazza Affari, che ha perso lo 0,9% sul

    – di A. Fontana e P. Paronetto

1-10 di 5734 risultati