Aziende

Tecnoinvestimenti

Tecnoinvestimenti è tra gli operatori leader in Italia nei servizi di sicurezza digitale (Digital trust), di informazione e gestione del credito (Credit Information & Management) e servizi per il marketing internazionale (Sales & Marketing Solutions).

Il gruppo quotato al segmento STAR della Borsa di Milano è composto di tre Business Unit:
Digital Trust eroga, attraverso la società InfoCert, prodotti e servizi per la digitalizzazione documentale, la fatturazione elettronica, la posta certificata, la firma digitale, è Certification Authority e uno dei tre Identity provider accreditati in Italia;
Credit Information & Management, in cui operano le società Ribes, Assicom e le loro controllate, offre servizi a supporto dei processi decisionali come informazioni camerali e immobiliari, report aggregati, rating sintetici, modelli decisionali, perizie e valutazioni immobiliari con particolare riferimento all'ambito dell'erogazione, valutazione e recupero del credito;
Sales & Marketing Solutions, attraverso la società Co.Mark, offre soluzioni e strumenti per accompagnare le piccole e medie aziende verso l'espansione geografica oltre confine.

Il presidente del gruppo è Enrico Salza, imprenditore e banchiere torinese, uno dei padri fondatori di Intesa Sanapaolo.

Ultimo aggiornamento 09 marzo 2017

Ultime notizie su Tecnoinvestimenti

    Aim ai raggi X: Alkemy vuole andare allo Star

    Diventerà una Star. Alkemy, sbarcata all'Aim Italia nel dicembre 2017, ha intrapreso le procedure per passare al mercato principale, una delle poche società ad accedere direttamente al segmento Star dopo Tinexta (già Tecnoinvestimenti), Giglio Group, Equita Group e Wiit. Il passaggio non è

    – di Valeria Novellini

    Le difficoltà maggiori? La fretta e il nodo interconnessione

    La scadenza del 31 dicembre rischia di essere una spada di Damocle per imprese e periti, che devono produrre la perizia tecnica giurata (in tribunale) o l'attestazione di conformità necessaria per conseguire i benefici fiscali del piano Impresa 4.0. La perizia è obbligatoria per investimenti

    – di Claudia La Via

    Aim, in mano ai Pir una quota del 25%. Attese dieci nuove Ipo

    Mentre da qui a fine anno su Aim Italia, il mercato di Borsa Italiana dedicato alle Pmi, sono attese almeno altre 10 Ipo (tra le altre Circle, Unidata e Ramponi), sale dal 23 al 25% la quota di flottante detenuta dai fondi Pir compliance (Piani individuali di risparmio). Ovvero titoli

    – di Lucilla Incorvati

    Tecnoinvestimenti con l'M&A punta a espandersi in Europa

    Proseguire nella crescita nel Vecchio continente anche, e soprattutto, attraverso l'M&A. Con l'obiettivo, in particolare, di diventare una realtà europea nel "Digital trust" (identità digitale) capace di contrastare la concorrenza dei player americani. E' una tra le priorità di Tecnoinvestimenti,

    – di Vittorio Carlini

    Domande & risposte

    Quale la dinamica futura del debito netto del gruppo?

    La divisione pagamenti di Nexi verso la Borsa: vale 5-6 miliardi e piace ai fondi sovrani

    E' in corso il riassetto societario di Nexi, la ex Icbpi-Carta Sì alle quali si sono unite le attività di Setefi, controllato dai private equity Advent International, Bain Capital e Clessidra sgr. La riorganizzazione porterà alla quotazione in Borsa, il prossimo anno, della divisione pagamenti del gruppo, che oggi catalizza il 90% del valore delle attività, ma intanto questa estate sul dossier si sarebbero affacciati secondo i rumors alcuni fondi sovrani e pensione: tra i nomi che circolano ci so...

    – Carlo Festa

    Nexi, l'interesse dei fondi sovrani: mossa prima dell'Ipo

    E' in corso il riassetto societario di Nexi, la ex Icbpi-Carta Sì alle quali si sono unite le attività di Setefi, controllato dai private equity Advent International, Bain Capital e Clessidra sgr. La riorganizzazione porterà alla quotazione in Borsa, il prossimo anno, della divisione pagamenti del

    – di Luca Davi e Carlo Festa

    Manager a tempo nelle Pmi: così volano gli ordini esteri

    Per ora sono già quattromila: le imprese che per l'export scelgono un manager a tempo non sembrano essere un fenomeno effimero, tutt'altro. L'iniziativa dei voucher concessi dal ministero dello Sviluppo in due edizioni, 2015 e 2017, con oltre 60 milioni complessivi ha messo in moto un ecosistema

    – di Carmine Fotina

    Ftse Mib (+1,1%) al top del 2009 con super Ferrari, Tim e calo euro

    Il calo dell'euro/dollaro a 1,19 (1,1932 in chiusura) dopo i dati sul mercato del lavoro Usa ha spinto le Borse europee che hanno chiuso tutte positive con Milano e Francoforte in rialzo di oltre un punto percentuale. Il Ftse Mib, trainato dal balzo di Ferrari (+7,7% dopo la trimestrale sopra le

    – di S. Arcudi e A.Fontana

    Una Pmi «evoluta» su due investe nelle tecnologie smart

    L'83% delle imprese artigiane ha un'ottima consapevolezza delle opportunità offerte dal Piano Industria 4.0 (ora Impresa 4.0); il 50% ha già effettuato investimenti in questa direzione, soprattutto nella robotica collaborativa (32%) e nei sistemi per l'integrazione (20%); ancora maggiore la quota

    – di Ilaria Vesentini

1-10 di 34 risultati