Aziende

Technogym

L’italiana Technogym è l’azienda produttrice di attrezzature per il fitness che si è posta da diversi anni ai primi posti nel mercato mondiale del settore. Fondata nel 1983 a Gambettola (Cesena) dal suo attuale presidente Nerio Alessandri, che ha costruito i primi attrezzi per la palestra nel garage di casa, l’azienda realizza l’85% del proprio giro d’affari con il sistema di vendita business to business. Attualmente Technogym utilizza 1.400 dipendenti, organizzati in 13 filiali, dalle quali dipendono 60 distributori esclusivi tra mercato italiano e estero: proprio l’export rappresenta l’88 per cento del giro di affari dell’azienda produttrice di attrezzature per il fitness. Ad oggi in numeri di Technogym dicono che le installazioni in palestre sono state circa 50mila, con un “indotto” di circa 20 milioni di utenti che utilizzano le attrezzature Technogym ogni settimana, mentre le installazioni in abitazioni private sono state circa 20mila. L’azienda italiana è molto conosciuta nel mondo anche perchè è stata il fornitore esclusivo ufficiale delle Olimpiadi di Pechino del 2008: grazie a questo exploit ha visto una sua quota azionaria di minoranza venire acquistata dal fondo di investimento americano Candover. Sempre nel mondo sportivo di alto livello Technogym ha realizzato diverse altre partnership di prestigio, per la fornitura di attrezzature per il fitness, tra le quali ci sono quella con il team Ferrari di Formula Uno, con i team velici Luna Rossa e Alinghi e con la squadra di calcio inglese del Chelsea. Per l’azienda italiana è anche molto importante l’innovazione, tanto che il 15% dei dipendenti sono impegnati nei settori di ricerca e sviluppo e che i brevetti depositati dalla nascita di Technogym ad oggi sono circa 200.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Dati settoriali | Technogym | Azienda produttrice | Formula 1 | Luna Rossa | Chelsea | Ferrari | Candover | Nerio Alessandri |

Ultime notizie su Technogym

    Da LuisaViaRoma un Summer gala da 3,5 milioni destinati ai bambini dell'Unicef

    Quando sul maxi palco allestito tra le colline sopra Porto Cervo nella scorsa notte, quella del 9 agosto, è salita Ellie Goulding per cantare successi mondiali come 'Love me like you do', il contatore della raccolta-fondi dell'Unicef Summer Gala aveva già raggiunto i 3,5 milioni di euro: andranno

    – di Silvia Pieraccini

    L'idea di Marzotto: un polo nazionale per le fiere

    A novembre dell'anno scorso, Matteo Marzotto aveva sbattuto la porta con rumore in Ieg, la società nata dalla fusione tra le fiere di Vicenza e Rimini, pochi giorni prima dell'atteso debutto a Piazza Affari. L'erede della storica famiglia industriale, chiamata a rappresentare la componente veneta

    – di Simone Filippetti

    Risanamento festeggia le Olimpiadi invernali a Milano-Cortina

    Balzo di Risanamento per la vittoria di Milano e Cortina che ospiteranno le Olimpiadi Invernali 2026. La notizia è arrivata ieri sera e il titolo ha aperto subito in corsa, arrivando a salire di oltre l'8%. Subito dopo la notizia, ieri, il direttore generale del gruppo Davide Albertini Petroni ha

    – di Chiara Di Cristofaro

    Whisky e diamanti blu: ecco come spendono i più ricchi del pianeta

    Sono aumentati del 4% nell'ultimo anno (e lo faranno anche in futuro), Londra è la loro capitale ma puntano sul Sud Est asiatico: la società britannica fa l'identikit degli individui con un patrimonio di almeno 30 milioni di dollari

    – di Chiara Beghelli

    Per Mr. Technogym utili a nuovo a quota 515 milioni in Lussemburgo

    Continua a ingrandirsi la dote di utili di Lqh, la holding lussemburghese riconducibile a Nerio Alessandri, fondatore, presidente, a.d. e principale azionista di Technogym. Con l'arrivo dei 9,6 milioni di risultato netto del 2017 (dai 2,9 milioni nel 2016), gli utili a nuovo sono infatti saliti a

    – di Giuliana Licini

    Seco rileva Fannal e cresce sul mercato cinese

    I microcomputer integrati di Seco (utilizzati tra gli altri da Cimbali, Evoca, Esaote, Technogym) si espandono in Cina con l'acquisizione del 54% (per 5 milioni) di Fannal electronics, produttore di tecnologie touch per il mondo industriale. Tra gli obiettivi immediatamente successivi

    – di Matteo Meneghello

1-10 di 266 risultati