Ultime notizie:

Tech.eu

    Brexit, le startup preparano il piano B per lasciare Londra

    Londra resiste, ma le altre città europee hanno tutta l'intenzione di giocarsela. Brexit sta aprendo anche nel mondo delle startup la questione: restare o andare? Il problema si pone soprattutto per le startup del fintech, che operando nei servizi finanziari potrebbero aver bisogno di un

    – di Monica D'Ascenzo e Nicol Degli Innocenti

    5 miliardi per il venture capital e senza fare nuovo debito? Mission possible

    Gli autori di questo post sono Mimmo Nesi, di LVenture Group, seed investor in startup digitali quotato al MTA di Borsa Italiana, e Domenico Nesci, partner di LVenture Group e Kauffman Fellow - Premessa. Tra le proposte più significative emerse nel corso dello Startup Day, organizzato da AGI a Roma lo scorso 5 febbraio, vi è quella di prevedere un piano di funding da 5 miliardi in 5 anni da destinare a investimenti VC (Venture capital), che abbia un importante supporto pubblico (qui). La richie...

    – Econopoly

    Alle startup del fashion tech 2 miliardi di dollari in 4 anni

    La moda è sempre più tech. Nel retail, innanzitutto, come riportano gli ultimi dati dell'Osservatorio eCommerce B2c Netcomm-Politecnico di Milano, secondo i quali quest'anno il mercato delle vendite online nel settore ha superato gli 1,8 miliardi di euro, con un incremento in valore assoluto di 365

    – di Elena Delfino

    Molti "professionisti" delle startup e poche exit, ecco l'anomalia italiana

    Oltre 5.800 startup, 41 incubatori certificati e almeno 100 concorrenti che si qualificano come tali. Ma pochi investimenti e meno di 10 exit sulle quasi 600 contate in Europa l'anno scorso, con un'incidenza pari a neppure un caso su 60. L'anomalia dell'innovazione italiana è descritta dal gap tra

    – Alberto Magnani

    Tech europeo, nel 2015 exit per 137 miliardi di euro

    Sempre più exit, capitali in crescita e quasi 90 programmi di accelerazione registrati nei primi mesi del 2016. Sarà ancora presto per parlare di un «ecosistema europeo delle startup», ma il Vecchio Continente ha insediato i suoi hub per la formazione e la crescita di imprese innovative. In testa

    – Alberto Magnani

    La Francia vuole il primato hi-tech

    L'ultima conferma è arrivata dall'edizione 2016 del Consumer electronic show (Ces) di Las Vegas: un totale di 190 startup francesi registrate, la seconda nazionalità più rappresentata dopo i padroni di casa degli Usa. Il boom spiega bene perché Parigi si sia già imposta, di diritto, tra i nuovi hub

    – di Al.Mag.