Ultime notizie:

Taviani

    A dieci anni dalla scomparsa di Tonino Guerra c'è meno poesia nel nostro cinema

    Tonino Guerra. Moriva dieci anni fa una delle maggiori voci della nostra sceneggiatura che ebbe con Antonioni uno scontro di dialoghi potentissimi e con Fellini una complementarità, dovuta anche alle comuni radici Dieci anni fa, il 21 marzo 2012, a 92 anni, scompariva Tonino Guerra e con lui la bizzaria necessaria e indomabile della poesia nel cinema italiano. L'impronta della scrittura di Guerra - soprattutto per Antonioni e Fellini, ma anche per De Santis, Petri, De Sica, Monicelli, Rosi e...

    – Cristina Battocletti

    "Ariaferma": una bella favola nel deserto dei Tartari carcerario

    Il carcere di Mortana, dove è ambientato Ariaferma, non esiste, ma Leonardo Di Costanzo apre il suo bel lungometraggio su un tappeto di canti e su una teoria di rocce-sculture che ci rivelano un coté sardo. La prigione in fondo è sempre comunque un'isola e come tale ha dinamiche che paradossalmente esondano la legge, inquadrando una peculiare comunità, con regole autonome e invalicabili, cui non sfuggono carcerati e carcerieri. Mortana è una vecchia prigione ottocentesca che sta per serrare i ...

    – Cristina Battocletti

    Ugo Tognazzi, irresistibile e fiero goliarda

    Trent'anni fa moriva il grande attore e regista cremonese. Comico e tragico, lo vollero tutti i grandi: da Risi a Bertolucci, da Ferreri a Monicelli

    – di Cristina Battocletti

    Trent'anni fa moriva Ugo Tognazzi, irresistibile goliarda

    Moriva il 27 ottobre 1990 il grande attore e regista cremonese. Comico e tragico, lo vollero tutti i grandi: da Risi a Bertolucci, da Ferreri a Monicelli Sono passati trent'anni da quando Ugo Tognazzi morì, il 27 ottobre del 1990, nel sonno a Roma per un'emorragia cerebrale. Eppure, è indelebile nella nostra memoria la smorfia di sarcasmo e irrisione che caratterizzò la sua lunga e prolificissima carriera di attore. Classe 1922, lumbard di Cremona, Tognazzi fu uno dei pochi nordici, assieme a W...

    – Cristina Battocletti

    Esordio veneziano di Castellitto Jr. Ed è subito premio: storie nichiliste di figli d'arte

    Il suo era un successo annunciato. Un film, dal titolo "I predatori", atteso dal mondo del cinema e del gossip. E la sceneggiatura complessa e accurata è valsa a Pietro, erede di Sergio e di Margaret Mazzantini, il premio alla sceneggiatura in Orizzonti alla Mostra del Cinema di Venezia. Puntata secca, vittoria sicura

    – di Federica Polidoro

1-10 di 160 risultati