Ultime notizie:

Tatari

    Recovery Fund: i politici che danno risposte elusive tradiscono il mandato?

    "Se non si interviene con misure specifiche, non c'è speranza". Oppure: "Ci vogliono le riforme, noi lo predichiamo da anni". Ancora: "Dobbiamo ridurre la burocrazia". Variazioni sul tema o combinazioni, oltre a essere lecite, potrebbero stancarci oltremodo. La litania dei buoni propositi ha attraversato l'intera epoca repubblicana, materializzandosi di frequente come una sorta di morboso canto funebre. Tutti pronti a decantare il declino per potersi proclamare eroi della rinascita: politici, gi...

    – Francesco Mercadante

    Siamo amici per la pelle. Ecco perché

    Tra gli organi è il più esteso, psichico e curato.Un involucro-confine che ci mette in comunicazione con il mondo

    – di Vittorio Lingiardi

    Più camosci nel Parco Abruzzo: nel 2019 censiti 657 esemplari

    Sono almeno 657 i camosci presenti nel Parco nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise (Pnalm) nel 2019, con il 18% di nuovi nati (119 capretti) e il 12% giovani di un anno (81 yearling). I conteggi, come da oltre 25 anni, fa sapere il Parco, svolti in estate e in autunno, coinvolgono ogni anno circa 60 persone, tra personale del Parco, Carabinieri Forestali e volontari. Il numero di camosci conteggiati quest'anno è il più alto registrato dal 1998; l'andamento della popolazione è stabile, perché in alc...

    – Guido Minciotti

    Nel parco, lungo la via siberiana

    Corriamo da un mondo all'altro come topi. Impuntiamo lo spazio. Cuciamo il tempo affinché non cada a pezzi. La nostra città è fatta così: confini e passaggi come una fitta rete cucita sopra la cartina. La Kazan' russa e quella tatara. Quella di pietra e quella di legno. E poi quella tedesca. Quella

    – Guzel' Jachina

    Un gioiello infranto sulla via della seta

    Oggi come ieri si chiama Asia centrale, un tempo Turkistan: una terra sconfinata, delimitata a Nord dalla Russia, a Ovest dal Mar Caspio, a Sud dall'antica Persia, l'odierno Iran, di cui comprendeva la parte nordoccidentale, così come dell'Afghanistan e del Pakistan, a Est dal deserto cinese del

    – di Massimo Firpo

    Un gioiello infranto sulla via della seta

    Oggi come ieri si chiama Asia centrale, un tempo Turkistan: una terra sconfinata, delimitata a Nord dalla Russia, a Ovest dal Mar Caspio, a Sud dall'antica Persia, l'odierno Iran, di cui comprendeva la parte nordoccidentale, così come dell'Afghanistan e del Pakistan, a Est dal deserto cinese del

    – Massimo Firpo

    Se l'Ucraina allontana Trump da Washington

    L'Ucraina lentamente riaffiora. Non solo ieri che il presidente russo Putin inizia i suoi giochi di guerra sul Baltico e nell'Est Europa perché suocera intenda (la Nato), ma nelle ultime settimane quando Washington manda precisi segnali. Il 27 agosto Kurt Volker, inviato speciale della casa Bianca

    – di Angela Manganaro

    Leggere Ankara per capire Roma

    Anatolia, «Anatolh». L'oriente ove sorge l'astro; e anche l'«Ecce vir Oriens nomen eius» (Zaccaria, VI, 12), l'aurora della promessa e della salvezza. Vengo qui con in mente una geografia antica e mai spenta: Lidia, Frigia e Panfilia, le Lettere di San Paolo agli Efesini e ai Colossesi, e poi -

    – di Carlo Ossola

1-10 di 32 risultati