Aziende

Tamburi Investment Partners

Tamburi Investment Partners, chiamata più semplicemente TIP, è una merchant bank indipendente italiana nata nel 2000. Le principali attività di cui si occupa l’azienda sono l’investimento in equity di minoranza e la consulenza nella gestione e progettazione di fusioni e acquisizioni. Tamburi parte con un capitale di circa 33 milioni di euro conferiti da circa 70 soci e si focalizza da subito nell’investimento in aziende di medie dimensioni, con quote di minoranza per affiancare il management e favorire la crescita delle aziende. Nel 2002 TIP comincia ad investire anche in società quotate in Borsa e l’anno successivo, dopo aver modificato la ragione sociale in Tamburi Investment Partners S.p.A, aumenta il capitale sociale di circa 44 milioni di euro e, grazie ad un aumento nell’azionariato, di 30 nuovi investitori. L’attività di gestione nel campo M&A viene invece gestita attraverso una divisione di TIP: Tamburi & Associati. L’azienda, incorporata in TIP nel 2007 attraverso una fusione, è un punto di riferimento nel settore a livello italiano, ma anche a livello internazionale in seguito ad una serie di accordi e di fusioni con importanti partner. TIP è quotata in Borsa dal novembre del 2005 e dal 2010 nel segmento STAR: da qui l’azienda raccoglie fondi destinati alla sua attività primaria di investment banking. La presenza internazionale di TIP nei mercati asiatici è assicurata dall’acquisizione nel 2006 di Palazzari e Turries ltd, banca d’investimenti con base ad Hong Kong e una forte presenza nel mercato cinese ed asiatico in generale.

Nel 2017 detiene direttamente o indirettamente nel suo portafoglio partecipazioni in società quotate e non quotate: Amplifon, Eataly, Ferrari, Moncler, Furla, Fca, Prysmian, Azimut Benetti, Beta, iGuzzini, Advanced Accelerator Applications (AAA), Roche Bobois, Servizitalia.

TIP vede tra i maggiori azionisti Giovanni Tamburi 7,5%, Angelini Partecipazioni finanziarie 11,2%, la D'Amico società di navigazione 11,91% (dati 2017).

Ultimo aggiornamento 08 marzo 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Capitale sociale | Turries ltd | Borsa Valori |

Ultime notizie su Tamburi Investment Partners

    Al via l'Open Innovation summit di Digital Magics, ecco chi ci sarà

    "Da industria 4.0 a impresa 4.0: l'impatto del piano del Mise e dell'open innovation su aziende e startup" è invece l'altro talk previsto nella giornata di venerdi, a lquale parteciperanno fra gli altri Agostino Santoni, Amministratore Delegato Cisco Italia, Ernesto Ferrario, Senior Vice President Global Operations di Electrolux, Gabriele Ronco, Direttore Generale Intesa Sanpaolo Forvalue, Claudio Berretti, Direttore Generale Tamburi Investment Partners, ed Elisa Gretter, Digital Innovation...

    – di G.Rus

    Alpitour, si rafforza Tamburi e si velocizza il progetto di sbarco in Borsa

    La Tip di Gianni Tamburi su rafforza nell'azionariato di Alpitour e ora guarda con maggior forza alla quotazione a Piazza Affari. Tamburi Investment Partners, la merchant bank di Giovanni Tamburi, e le varie famiglie imprenditoriali italiane 'vip' già alleate del banchiere in Alpitour, salgono infatti oltre il 70% del celebre gruppo italiano del turismo. La notizia, anticipata dal Sole 24 Ore lo scorso 7 aprile, sembra velocizzare il progetto di sbarco borsistico dell'azienda. Tip comprerà le qu...

    – Carlo Festa

    Tour operator: con Alpitour-Eden Viaggi Tamburi batte Bonomi 2 a zero

    Grandi manovre nel settore turistico. Marriott rilancia sulle residenze di lusso, Accor rileva Moevenpick e Tamburi sale al 70% di Alpitour, l'operatore viaggi che faceva parte una volta della ex galassia Agnelli, oggi molto focalizzata sull'auto, che di recente ha anche rilevato la Eden Viaggi di Nardo Filippetti.  Come si legge in una nota Asset Italia 1, società promossa da Tamburi Investment Partners insieme a numerosi family office italiani, ha raggiunto un accordo con i soci di Wish - pari...

    – Vincenzo Chierchia

    Alpitour, Tamburi sale al 70% del capitale

    Giovanni Tamburi diventa il padrone di Alpitour. In vista dell'estate, la banca d'affari Tamburi Investment Partners, boutique milanese che ha costruito un invidiabile portafoglio nel Made in Italy (da Moncler a Eataly a Beta Utensili), fa un secondo affondo sullo storico marchio del turismo e sale

    – di Simone Filippetti

    Cdp sceglie San Francisco per l'avamposto dell'hi tech

    Pronti a sbarcare nella Silicon Valley per creare una testa di ponte per il Made in Italy in quella che negli ultimi decenni si è rivelata prima e confermata poi come la culla dell'innovazione.

    – di Carlo Andrea Finotto

    «La corsa va oltre il Qe: rischio-Borsa esagerato»

    La riforma fiscale di Donald Trump, la discesa verticale del dollaro sull'euro, l'incertezza sui tempi del rientro alla normalità delle politiche monetarie, lo stallo nei negoziati sulla Brexit e - come se tutto ciò non bastasse - il possibile ritorno di un «caso Italia» sui radar dei mercati

    – Alessandro Plateroti

    Tamburi va in vacanza con Alpitour

    Chissà, forse negli uffici di Via Pontaccio, nel «Quadrilatero» della moda a Milano, devono essersi ricordati di quel vecchio spot «No Alpitour? Ahi Ahi Ahi» e sono corsi ai ripari. Tip, la banca d'affari di Giovanni Tamburi ha comprato Alpitour, storico marchio di viaggi e vacanze. E' l'ultimo

    – Simone Filippetti

    Tamburi investe 120 milioni in Alpitour e rileva il 33%, Burgio ha benzina per accelerare lo sviluppo

    Come si legge in una nota Asset Italia, società promossa da Tamburi investment partners  (Tip) insieme a 30 prestigiosi family offices di imprenditori italiani, ha firmato un accordo con i soci di Alpitour per la sottoscrizione di un aumento di capitale da circa 120 milioni. L'operazione ha l'obiettivo di mettere a disposizione di Alpitour le risorse finanziarie per accelerare il proprio percorso di crescita, anche attraverso ulteriori operazioni di acquisizione, consolidamento e partnership in ...

    – Vincenzo Chierchia

    Furla, semestre record con ricavi a 194 milioni (+28%). In Borsa entro il 2018

    Un primo semestre di rinnovamento societario, quello di Furla, che non ha intaccato il percorso di crescita, anzi. «In luglio e agosto l'andamento delle vendite ha seguito quello del periodo gennaio-giugno e siamo ottimisti per l'intero esercizio», spiega Alberto Camerlengo, direttore generale

    – di Giulia Crivelli

1-10 di 56 risultati