Ultime notizie:

Tahar Ben Jelloun

    Alla ricerca della bandiera del Mediterraneo

    Il Mediterraneo non è soltanto un mare che tocca Europa, Africa e Asia. E' un insieme di culture, ritmi, commerci, popoli, religioni, climi, storie, tradizioni, nel quale, come afferma lo scrittore marocchino Tahar Ben Jelloun, «ogni mattina la vita prevale e trionfa». Nonostante i tempi difficili che corrono, è possibile pensare ad un simbolo che riunisca le molteplici anime del Mediterraneo? Lo scrittore italiano Simone Perotti pensa di sì. Perotti, classe 1965, formazione umanistica (è lau...

    – Gabriele Caramellino

    Ethnos Festival, suoni e idee all'ombra del Vesuvio

    San Giorgio a Cremano e Somma Vesuviana, Casandrino e Bacoli, Torre de Greco e Massa Lubrense, paesi nomadi distesi sotto il monte più precario (e dunque creativo) d'Europa, fino all' 1 ottobre si uniscono per dar vita a una piccola costellazione autunnale di suoni, idee, esperienze. Il suo nome è

    – di Riccardo Piaggio

    Torna Tori Amos, la signora del pop barocco

    La signora del pop barocco rinasce come Native Invader. Con questo titolo Tori Amos, una manciata di giorni fa, ha rotto un silenzio di tre anni tornando a pubblicare per la prestigiosa label Decca Records un album di inediti coinvolgente e sofisticato, insomma: alla sua maniera. E con un Native

    – di Francesco Prisco

    Mondadori, la Nave di Teseo in corsa per Bompiani

    La Nave di Teseo ha spiegato le vele verso i libri Bompiani. La neonata casa editrice , alleata con un altro soggetto per ora non rivelato, è in gara per cercare di espugnare lo storico editore, fondato nel 1929 a Milano, dal colosso Mondadori. Per la fondatrice Elisabetta Sgarbi, sorella del

    – Simone Filippetti

    Mondazzoli e il possibile corteggiamento ai transfughi della Nave di Teseo per il rientro in Bompiani

    Che succederà su Bompiani? Se lo chiedono in molti in attesa che l'Antitrust dia il via libera definito a Mondazzoli (nata dall'unione di Mondadori e Rizzoli) ma solo a condizione della vendita di Bompiani e Marsilio. Ma è proprio su Bompiani che sono accesi con maggior potenza i riflettori. Si sa che la casa editrice dopo l'addio polemico di Elisabetta Sgarbi e di autori come Hanif Kureishi e Tahar Ben Jelloun confluiti nella Nave di Teseo, ha perso anche gran parte della propria redazione. Ins...

    – Carlo Festa

    Orhan Pamuk e Tahar Ben Jelloun al festival Tabouk

    L'architrave dei pregiudizi razziali, politici, religiosi sostiene gli invalicabili "Ultimi muri" che scatenano conflitti tra i popoli e civiltà. E' questo il tema del Tabouk, il festival letterario giunto alla quinta edizione al Teatro Antico di Taormina. Sette giorni che saranno aperti con il

    – di S.Bio.

    Sepolta dalle ceneri s'alza la poesia di Tahar Ben Jelloun

    Dentro il vasto spazio rettangolare dalle bianche pareti sfumate d'azzurro, con il pubblico inglobato in parte dentro la scena, tre figure sedute, vestite di bianco, simili ad angeli, s'alzano introducendo ciascuno il racconto della guerra che non lascia soltanto rovine. Sono i testimoni di una "no

    – Giuseppe Distefano

    Oltre il terrorismo, le ragioni dell'incomprensione

    Papa Francesco ha detto che "Non si uccide in nome di Dio, ma non si può deridere la fede altrui". A una settimana dall'attentato a Parigi,  a mente più fredda, forse giunto il momento di cercare di sviluppare un dibattito - avviato peraltro dalle parole del Papa - sulle tante incomprensioni di un dialogo tra religioni e civiltà che fatica a svilupparsi e che finiscono per diventare benzina sul fuoco della violenza. Che la violenza sia da condannare, senza se e senza ma, non è in discussione, ma...

    – Karima Moual

1-10 di 38 risultati