Ultime notizie

Vincenzo Maranghi

Trust project

  • 21 gennaio 2021
    Mediobanca, una rete di relazioni raccontata dalle carte d’archivio

    Commenti

    Mediobanca, una rete di relazioni raccontata dalle carte d’archivio

    «Al momento spendo il tempo libero provando a formarmi un’infrastruttura culturale sui problemi africani». È il 1960 e Enrico Cuccia così ringrazia David Lilienthal, esponente di spicco del New Deal americano, che gli aveva appena inviato alcuni volumi sull’Africa tropicale. È un’immagine inedita,

    L’asse incrollabile con André Meyer e la banca Lazard

    Commenti

    L’asse incrollabile con André Meyer e la banca Lazard

    Fin dalla sua nascita nel 1946, la Mediobanca di Enrico Cuccia ebbe una vocazione europeista e atlantica. L’istituto che divenne poi «la stanza di compensazione del capitalismo italiano», in effetti, aveva ben chiara fin dalle sue origini la necessità di inserirsi nel mercato europeo dei capitali.

  • 14 dicembre 2020
    Dopo tre ceo non scelti dalla politica (Profumo, Ghizzoni, Mustier) ora UniCredit non può sbagliare

    Finanza

    Dopo tre ceo non scelti dalla politica (Profumo, Ghizzoni, Mustier) ora UniCredit non può sbagliare

    Il board vaglia la lista dei «papabili» capoazienda. La scelta dovrà fugare i timori degli investitori su una nomina che strizzi l’occhio ai «palazzi romani» e che contrasterebbe con i venti anni di storia recente del gruppo. Con Ermotti ed Orcel indisponibili, ecco chi tra gli altri candidati soddisfa questo requisito.

  • 19 novembre 2019
    Il calcolatore d’Ivrea in America volle andar

    Cultura

    Il calcolatore d’Ivrea in America volle andar

    Emersi dagli Archivi di Mediobanca (ora digitalizzati e messi a disposizione degli studiosi) i retroscena sulla vendita della divisione elettronica di Olivetti a General Electric

  • 05 luglio 2019
    Geronzi condannato, il tramonto di un banchiere custode di potere e tanti segreti

    Finanza

    Geronzi condannato, il tramonto di un banchiere custode di potere e tanti segreti

    Con la condanna definitiva in Cassazione si chiude nel peggiore dei modi la carriera di Cesare Geronzi, 84 anni, uno dei banchieri più influenti della Prima (e Seconda) Repubblica. Ma Geronzi è stato per oltre trent’anni molto più di un banchiere. È stato un vero e proprio power broker, un gestore

  • 22 maggio 2019
    Guzzetti: «Quando il sindaco di Siena non dette l'ok a Intesa-Mps»

    Finanza e Mercati

    Guzzetti: «Quando il sindaco di Siena non dette l'ok a Intesa-Mps»

    «L’autonomia delle Fondazioni non si tocca, lo dice la Corte Costituzionale. Ed è la premessa per fare quello che devono: innovare, stimolare la politica, sostenerla con finanza paziente, mettere insieme voci e bisogni. Intesa? Tutto è partito dalla scelta di vendere Cariplo a Ambroveneto, che

  • 17 settembre 2018
    «Custodiamo la terra per lasciarla migliore di come l’abbiamo trovata»

    Commenti e Idee

    «Custodiamo la terra per lasciarla migliore di come l’abbiamo trovata»

    «La regimazione delle acque deve essere ben tenuta. I fossi e i fossati, le inclinazioni e i drenaggi vanno curati perché, quando piove, non slavi tutto e non si mangi la terra».

  • 19 maggio 2018
    Chiedi chi era Ligresti: ascesa e declino del vicerè di Milano

    Finanza e Mercati

    Chiedi chi era Ligresti: ascesa e declino del vicerè di Milano

    Se c'è un aggettivo adatto per descrivere la parabola di Salvatore Ligresti questo è «trasversale». Lui è stato trasversale al tempo, che ha scandito adattandosi a tutti i suoi mutamenti; allo spazio, che ha occupato fisicamente con le sue inconfondibili torri; alla politica, che ha cavalcato con

  • 17 maggio 2018
    L’addio a Ligresti, il re  dei «patti»

    Finanza e Mercati

    L’addio a Ligresti, il re dei «patti»

    Chi lo conosceva bene, come Ignazio La Russa, dice che Salvatore Ligresti - scomparso due giorni fa a 86 anni - ha iniziato a morire quando ha perso le aziende. Ed è certamente vero perchè, per tutti quelli che lo hanno conosciuto da vicino, per l’Ingegnere siciliano le aziende controllate non

  • 09 marzo 2018
    Più peso ai fondi, in Borsa sale la voglia di «ribaltone»

    Finanza e Mercati

    Più peso ai fondi, in Borsa sale la voglia di «ribaltone»

    L’offensiva del fondo Elliott su Tim, per ribaltare gli equilibri in consiglio di amministrazione e incidere sulla governance, arriva a pochi giorni di distanza da quella del fondo Capital Management su Carige per chiedere l’ingresso di propri rappresentanti nel board (richiesta per ora rifiutata).

  • 26 febbraio 2018
    Gian Marco Moratti, petroliere discreto della «Gran Milano»

    Notizie

    Gian Marco Moratti, petroliere discreto della «Gran Milano»

    Gian Marco Moratti, imprenditore della Saras. Per i tifosi dell'Inter, il fratello del presidente del Triplete Massimo Moratti. Tanto loquace Massimo, quanto riservato lui. Per i dipendenti e gli azionisti della Saras, il leader operativo e strategico del gruppo. Per gli storici, il figlio di

  • 24 gennaio 2018
    Quindici anni senza l’Avvocato: che cosa era l’Italia, che cosa è diventata

    Impresa e Territori

    Quindici anni senza l’Avvocato: che cosa era l’Italia, che cosa è diventata

    Sono passati quindici anni. Sembra un secolo fa. Il 24 gennaio 2003 moriva Gianni Agnelli. Con lui se ne andava l’Italia che, uscita dalle macerie della Seconda Guerra Mondiale e dall'umiliazione auto-inflitta del fascismo, negli anni Cinquanta si era seduta al tavolo del mondo occidentale

  • 16 novembre 2017
    Intransigente, anzitutto con se stesso

    Commenti e Idee

    Intransigente, anzitutto con se stesso

    Questo pezzo non riepilogherà le battaglie – molte vinte, tante perse – di Vincenzo Maranghi che hanno riempito un quarto di secolo di cronache finanziarie. Ma si concentrerà sul profilo della “persona” prima ancora che banchiere, così come lo hanno voluto ricordare, a dieci anni dalla scomparsa, i

  • 15 settembre 2017
    Mediobanca oltre le leggende

    Cultura

    Mediobanca oltre le leggende

    Fulvio Coltorti, che è stato fino al 2015 direttore dell’Area studi di Mediobanca, ha dato una lunga e bella intervista, ora pubblicata in un libro, sulla sua esperienza a stretto contatto con Enrico Cuccia e con Vincenzo Maranghi.

  • 17 luglio 2017
    Il  «taglio uralico» di Maranghi

    Commenti e Idee

    Il «taglio uralico» di Maranghi

    Dalla metà degli anni 70, Enrico Cuccia, citando un vecchio cartello dei tram romani che invitava a «prepararsi in tempo a scendere», aveva predisposto con cura le linee di successione interna per il momento in cui egli avesse dovuto lasciare la guida di Mediobanca. Avvicinandosi ai 70 anni (era