Ultime notizie

ted hughes

  • 29 ottobre 2018
    Dipingere, a parole

    Cultura

    Dipingere, a parole

    «Ma quante cose chiare/ sono in fondo soltanto/ qualcosa che scompare!». I primi versi dell’esergo di Istruzioni per dipingere, ultima raccolta di poesie di Nicola Gardini che è anche il prosieguo in rima della sua riflessione estetica e gnoseologica, denunciano l’illusione del guardare, «l’errore

  • 09 luglio 2018
    Per un umanesimo animale

    Cultura

    Per un umanesimo animale

    Ci sono scienziati umanisti come Edward O. Wilson che rimproverano alla letteratura di mantenere una prospettiva esclusivamente antropocentrica (si veda l’articolo di Nicola Gardini sulla Domenica del 1 aprile scorso, ndr.). A un’opinione simile si può controbattere affermando che la letteratura si

  • 26 gennaio 2018
    Cos’è il tempo? Una poesia

    Cultura

    Cos’è il tempo? Una poesia

    Niente è tanto difficile da spiegare ai bambini quanto il tempo. Immersi come sono nell’eterno presente dell’infanzia, a concetti incomprensibili come il passato, il futuro, la morte, la nascita - non esistere ancora e non esistere più - reagiscono con una sassaiola di domande tanto semplici da

  • 02 aprile 2017
    Amato da 2000 anni

    Cultura

    Amato da 2000 anni

    A nessun autore antico, con la parziale eccezione di Omero, è toccata in sorte la continua vitalità che caratterizza il rapporto dei moderni, in tutte le epoche, con Ovidio. In primo luogo l’Ovidio delle Metamorfosi, certo, ma anche quello dell’esilio e in misura minore quello del trittico dedicato

  • 11 dicembre 2016
    Un dolore di nome Corvo

    Cultura

    Un dolore di nome Corvo

    Che cos’è il dolore? Un sentimento, una condizione, un’esperienza? Tutto questo insieme, e ancora qualcos’altro che sfugge a ogni presa? E come raccontarlo? Su domande come queste, e su possibili personali risposte, è costruito il romanzo di un giovane autore inglese, Max Porter, Il dolore è una

  • 31 luglio 2016
    Non chiamatela erbaccia

    Cultura

    Non chiamatela erbaccia

    Le erbacce non sono più quelle di una volta. Una rivoluzione iniziata una trentina d'anni fa col serpeggiare, tra botanici e paesaggisti, di un nuovo fermento di idee.Il jardin en mouvement di Gilles Clément ha segnato l'apoteosi dei tassi barbassi, trasformati in registi dei sentieri in giardino.

  • 21 novembre 2015
    Vivisezione del mito americano

    Cultura

    Vivisezione del mito americano

    Richard Prince non è un pittore e neppure uno scultore, non un land artist tantomeno un perfomer, nemmeno lo si può chiamare artista concettuale e assolutamente non è un video maker, evita le installazioni e – come egli stesso ripete con allarmante frequenza – non sa scattare buone fotografie. In

  • 17 marzo 2015
    Custode del verso

    Cultura

    Custode del verso

    Quando arriva a Londra, nell'agosto del 1914, nell'imminenza della Prima Guerra mondiale, T.S. Eliot (1888-1965), nato e cresciuto sulle rive del Mississippi da una famiglia originaria del New England, non sa ancora che la sua prima missione sarà quella di farsi inglese; sa solo che non vuole fare