Ultime notizie

Roberto Bonacina

Trust project

  • 07 novembre 2018
    Lusso e cosmesi piacciono agli investitori

    Moda

    Lusso e cosmesi piacciono agli investitori

    Vale 435 miliardi di euro con una crescita del 3,8% rispetto al 2016 e si prevede che nel 2021 supererà la soglia dei 500 miliardi: il mercato globale del lusso e della cosmesi conferma il suo stato di buona salute e continua ad avere performance superiori alle medie di mercato come dimostra il

  • 19 dicembre 2017
    Valentino al primo posto tra le quotabili del lusso

    Moda

    Valentino al primo posto tra le quotabili del lusso

    Non è facile per gli imprenditori italiani aprire a soci esterni il capitale delle loro aziende, spesso ancora solidamente famigliari. Ancora più difficile è portarli in Borsa, come dimostra l’esiguo numero di imprese quotate nel nostro Paese, specie tra le Pmi.

  • 11 dicembre 2017
    M&A, le aziende di cosmesi attirano investitori

    Moda

    M&A, le aziende di cosmesi attirano investitori

    Le aziende cosmetiche fanno gola agli investitori di tutto il mondo, complici il buon andamento del settore e il crescente interesse dei consumatori all’aspetto fisico e ai prodotti che aiutano a sentirsi bene. L’analisi arriva da EY in occasione del convegno di Cosmetica Italia “Il comparto

  • 05 maggio 2017
    M&A, la bellezza cresce e attira  investitori

    Moda

    M&A, la bellezza cresce e attira investitori

    Un settore in crescita costante che attira sempre di più l’interesse degli investitori, come dimostra l’incremento di attività di M&A negli ultimi anni. È l’analisi sui trend in atto nell’industria cosmetica tracciata durante il 1° Beauty Summit Pambianco organizzato in partnership con EY.

  • 04 gennaio 2017
    Il lusso «vede» il rilancio nel 2017

    Finanza e Mercati

    Il lusso «vede» il rilancio nel 2017

    Il 2016 non è stato un anno felice, in Borsa e non solo, per la moda e il lusso. O almeno, fatte alcune eccezioni, i titoli hanno sofferto su tutte le piazze, da Milano a Hong Kong, passando per Londra e New York. Si è salvata Parigi, anche grazie alle performance dei due più importanti gruppi del