Ultime notizie

Robert Skidelsky

  • 13 aprile 2022
    A Trento il festival dell'Economia del Sole 24 Ore e con il Financial Times

    Imprese

    A Trento il festival dell'Economia del Sole 24 Ore e con il Financial Times

    Dal 2 al 5 giugno la 17esima edizione della manifestazione. Il titolo di quest'anno, dopo la pandemia (e con una guerra in corso): Tra ordine e disordine. L'Osservatorio Pnrr, il Fuori Festival

  • 08 febbraio 2022
    Ritorno a Keynes? Per un'impresa “trasformativa” attenta al sociale e all'ambiente

    Commenti

    Ritorno a Keynes? Per un'impresa “trasformativa” attenta al sociale e all'ambiente

    Viviamo nel tempo che esige «sentirsi liberi, essere audaci, essere aperti, sperimentare, agire, provare la possibilità delle cose», scriveva John Maynard Keynes nel 1929. L'anno in cui avvenne il “martedì nero” del 29 ottobre con la pesante caduta della borsa di Wall Street che innescò la Grande

  • 21 dicembre 2021
    Lezioni per il Pnrr

    Commenti

    Lezioni per il Pnrr

    Diverse sono le lezioni che il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) dovrà apprendere trovandosi ad affrontare problemi intricati. Si pensi, per esempio, al ripristino delle terre degradate, agli investimenti nelle infrastrutture di trasporto sostenibili e al ricorso all'energia non

  • 31 maggio 2018
    Il decennio perduto delle economie avanzate

    Commenti e Idee

    Il decennio perduto delle economie avanzate

    A distanza di dieci anni dalla crisi finanziaria del 2007-2008, vale la pena fare il punto sulla situazione attuale delle economie sviluppate, e domandarsi dove si troverebbero adesso se non ci fosse stata la crisi e, forse ancora più importante, dove sarebbero se prima e dopo il crollo avessero

  • 15 aprile 2018
    La lezione di Keynes sul pacifismo «pragmatico»

    Commenti e Idee

    La lezione di Keynes sul pacifismo «pragmatico»

    Racconta Robert Skidelsky che, dopo il settembre del 1938, John Maynard Keynes visse un’angosciosa divisione «tra il suo indubbio pacifismo e il suo desiderio di combattere il male e l’aggressione». Sono i mesi dell’annessione tedesca della regione cecoslovacca dei Sudeti, avallata a Monaco da

  • 20 marzo 2018
    Il ritorno dei “valori asiatici”

    Commenti e Idee

    Il ritorno dei “valori asiatici”

    HONG KONG – Nel 1998, quando l’ascesa economica della Cina era appena ai suoi albori, Kishore Mahbubani scatenò una sorta di tempesta intellettuale globale con il suo libro Can Asians Think? Vent’anni dopo, con l’Asia che forma il cuore dell’economia mondiale, e la Cina che sfida gli Stati Uniti

  • 23 ottobre 2017
    Comprendere l’ondata secessionista globale

    Commenti e Idee

    Comprendere l’ondata secessionista globale

    Interpretazioni spesso ardite del diritto all'autodeterminazione dei popoli, insieme all'azione di forze politiche ed economiche globali, stanno destabilizzando molte regioni del mondo. Nelle ultime settimane, i governi regionali della Catalogna in Spagna e del Kurdistan in Iraq hanno tenuto

  • 31 maggio 2017
    La «filosofia» dell’euro e la memoria di Bretton Woods

    Commenti e Idee

    La «filosofia» dell’euro e la memoria di Bretton Woods

    Nel cercare di analizzare la natura dei problemi che rendono difficile il cammino dell’Unione Monetaria Europea e dell’euro in particolare, vi è molto da imparare dalle discussioni che precedettero ed accompagnarono la Conferenza di Bretton Woods del luglio del 1944, nella quale venne definito

  • 30 maggio 2017
    La filosofia dell’euro e la memoria di Bretton Woods

    Commenti e Idee

    La filosofia dell’euro e la memoria di Bretton Woods

    Nel cercare di analizzare la natura dei problemi che rendono difficile il cammino dell’Unione Monetaria Europea e dell’euro in particolare, vi è molto da imparare dalle discussioni che precedettero ed accompagnarono la Conferenza di Bretton Woods del luglio del 1944, nella quale venne definito

  • 11 maggio 2017
    Cento giorni di inquietudine

    Commenti e Idee

    Cento giorni di inquietudine

    La convenzione di valutare i primi 100 giorni di un leader nazionale risale a Napoleone, passando da Franklin Delano Roosevelt. Mentre i 100 giorni di Napoleone prima di Waterloo sono stati un profilo di alterigia, e i primi 100 giorni di FDR un ritratto della speranza, la presidenza di Donald

  • 06 marzo 2017
    Da dove vengono (e dove ci porteranno) i nuovi populismi

    Commenti e Idee

    Da dove vengono (e dove ci porteranno) i nuovi populismi

    Nell’ultimo anno, il populismo ha gettato nello scompiglio le democrazie occidentali. Forze populiste diverse, sotto forma di partiti, leader e idee, hanno contribuito alla vittoria dei sostenitori della Brexit nel referendum britannico sulla permanenza nell’Ue e all’elezione di Donald Trump alla

  • 02 febbraio 2017
    Come sopravvivere all’era Trump (e al declino dell’America)

    Commenti e Idee

    Come sopravvivere all’era Trump (e al declino dell’America)

    A seguito dell’insediamento di Donald Trump non è scoppiata l’Apocalisse, ma la retorica dell’ira divina certamente sì. Invece di adottare le parole di conforto o i toni distinti di Washington, Lincoln, Franklin D. Roosevelt, Kennedy o Reagan, il discorso inaugurale di Trump conteneva espressioni

  • 24 gennaio 2017
    La via trumpiana al capitalismo

    Commenti e Idee

    La via trumpiana al capitalismo

    L’insediamento di Donald Trump da 45esimo Presidente degli Stati Uniti viene largamente visto come l’inizio della fine dell’ordine capitalistico post-1945 che dominò a livello globale dalla fine della Guerra Fredda. Ma è possibile che il Trumpismo sia di fatto la fine dell’inizio? La vittoria di

  • 24 novembre 2016
    Politica monetaria alle stelle

    Commenti e Idee

    Politica monetaria alle stelle

    Il mondo è sulle spine dalla schiacciante vittoria di Donald Trump su Hillary Clinton alle elezioni presidenziali americane di novembre. Nessuno, compreso forse lo stesso presidente-eletto, sa esattamente che forma assumerà la prossima amministrazione Usa, o quali politiche avranno la priorità.

    Politica monetaria alle stelle

    Commenti e Idee

    Politica monetaria alle stelle

    Il mondo è sulle spine dalla schiacciante vittoria di Donald Trump su Hillary Clinton alle elezioni presidenziali americane della scorsa settimana. Nessuno, compreso forse lo stesso presidente-eletto, sa esattamente che forma assumerà la prossima amministrazione Usa, o quali politiche avranno la

  • 17 novembre 2016
    Cosa farà Trump?

    Commenti e Idee

    Cosa farà Trump?

    Tutti i presidenti americani salgono al potere – e lo esercitano – raggruppando e sostenendo un’ampia coalizione di elettori con interessi riconoscibili. Donald Trump non è un’eccezione. La sbalorditiva vittoria elettorale di Trump, seguita a una campagna populista che si è concentrata sulle

    Cosa farà Trump?

    Commenti e Idee

    Cosa farà Trump?

    Tutti i presidenti americani salgono al potere – e lo esercitano – raggruppando e sostenendo un’ampia coalizione di elettori con interessi riconoscibili. Donald Trump non è un’eccezione. La sbalorditiva vittoria elettorale di Trump, seguita a una campagna populista che si è concentrata sulle

  • 03 ottobre 2015
    Soros: sveglia Europa, 6 impegni per accogliere un milione di profughi

    Commenti e Idee

    Soros: sveglia Europa, 6 impegni per accogliere un milione di profughi

    L’Unione europea deve assumersi la responsabilità per la mancanza di una politica comune sul diritto di asilo, che ha trasformato il crescente flusso di rifugiati di quest’anno da problema gestibile ad ennesima crisi politica. Ciascun Paese membro si è egoisticamente concentrato sui propri

  • 19 giugno 2010
    Keynes alla prova della crisi

    Keynes alla prova della crisi

    Tagli al debito o deficit spending: governi europei divisi su teoria e prassi - LA QUESTIONE DEL FUTURO - Chi è che decide: la politica o i mercati finanziari? Sarà questa la domanda chiave delle società e delle economie nei prossimi cinque anni

  • 18 giugno 2010
    «Se il rigore tedesco segnerà la ripresa vuol dire che Keynes è superato»

    Economia

    «Se il rigore tedesco segnerà la ripresa vuol dire che Keynes è superato»

    «Se il risanamento dei conti pubblici si dimostrerà la via maestra per la ripresa e una crescita rapida, allora potremo anche seppellire Keynes una volta per