Ultime notizie

Robert Gordon

Trust project

  • 15 aprile 2022
    Addio a Fitoussi: il ricordo di Messori, Micossi e Prodi

    Mondo

    Addio a Fitoussi: il ricordo di Messori, Micossi e Prodi

    «Jean Paul era un economista keynesiano e riteneva che il compito della politica economica fosse quello di sostenere la domanda per assicurare la piena occupazione, ma anche di combattere la povertà e l'esclusione». «Se ne va un amico»

  • 07 aprile 2022
    Quanto costa studiare nel Regno Unito? Una guida tra qualità e possibili risparmi

    Scuola

    Quanto costa studiare nel Regno Unito? Una guida tra qualità e possibili risparmi

    Elab Education Laboratory aiuta gli studenti italiani a orientarsi tra i costi e l'offerta formativa delle migliori università della Gran Bretagna

  • 21 luglio 2017
    Produttività

    Commenti e Idee

    Produttività

    L'economista Robert Gordon ha mostrato come l'andamento della produttività negli Stati Uniti dal 1920 al 1970 (indicato dalla «produttività totale dei fattori», una misura della crescita del prodotto per unità di fattore di produzione) dopo di allora non è stato più eguagliato. Dimostra anche che

  • 16 maggio 2017
    Euro, the big defeat for the economics profession

    Commenti e Idee

    Euro, the big defeat for the economics profession

    The euro has been the greatest success of economic science but is becoming the most humiliating defeat for the economics profession. I thank Il Sole 24 Ore for it openness in allowing me to set forth and discuss a paradox that concerns us all, economists or otherwise, in the framework of a

  • 12 maggio 2017
    I salari e la questione irrisolta dell’euro

    Notizie

    I salari e la questione irrisolta dell’euro

    L’euro è stato il più grande successo della scienza economica, ma sta diventando la più umiliante sconfitta per la professione economica. Ringrazio il Sole 24 Ore, che mi permette, con apprezzabile spirito di apertura, di esporre e discutere nel quadro di un dibattito autorevole un paradosso che ci

  • 21 marzo 2017
    Londra va alla Brexit? La Scozia aumenta del 72% gli studenti Ue in 10 anni

    Mondo

    Londra va alla Brexit? La Scozia aumenta del 72% gli studenti Ue in 10 anni

    Addio Regno Unito, benvenuta Scozia. Anzi: benvenuti in Scozia. Mentre Londra si avvicina alla Brexit, i “cugini” scozzesi hanno già iniziato a guadagnare terreno in uno dei settori più vitali per l'economia britannica: gli international students, la popolazione di studenti universitari stranieri

  • 07 ottobre 2016
    Germania, 6 miliardi di tagli alle tasse nel 2017 e  2018

    Mondo

    Germania, 6 miliardi di tagli alle tasse nel 2017 e 2018

    Zwei Cappuccino im Monat, due Cappuccini al mese. Questo è il titolo ironico con cui Handelsblatt, il giornale finanziario tedesco, ha criticato come assolutamente insufficiente la riduzione delle imposte decise dalla cancelliera Angela Merkel per rilanciare i consumi interni in Germania. Alle

  • 09 settembre 2016
    Juncker apre a una maggiore flessibilità

    Mondo

    Juncker apre a una maggiore flessibilità

    Con una crescita europea che fa fatica a ripartire in un quadro globale di stagnazione – come indicato anche ieri dalla Bce di Mario Draghi che ha invitato i governi, Germania in testa, a fare la loro parte – il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker guarda con crescente favore alla

  • 08 settembre 2016
    Programmi economici divergenti ma una sola certezza: il deficit salirà

    Commenti e Idee

    Programmi economici divergenti ma una sola certezza: il deficit salirà

    Mancano poco più di due mesi alle elezioni presidenziali Usa, e nei sondaggi Hillary Clinton è in testa di cinque punti rispetto a Donald Trump, a livello nazionale e in parecchi dei cosiddetti importanti “stati in bilico”. Nulla è già deciso, tuttavia, soprattutto se si tiene conto del rimpasto

  • 07 settembre 2016
    La grande «gelata» dell’economia mondiale

    Notizie

    La grande «gelata» dell’economia mondiale

    Se nel 1956 Renato Carosone cantava «Tu vuò fà l’americano», esattamente 60 anni più tardi sembrerebbe quasi che siano gli americani a voler fare gli europei. La vivace e brillante economia statunitense si sta infatti europeizzando un po’ troppo. Nei primi due trimestri dell’anno gli Stati Uniti

  • 03 settembre 2016
    Come combattere la stagnazione

    Commenti e Idee

    Come combattere la stagnazione

    La maggior parte del mondo, in particolare le economie avanzate, si è impantanata in una situazione di crescita del Pil lenta e in declino negli ultimi anni, portando molti a domandarsi se ciò stesse diventando una condizione semi permanente – la cosiddetta “stagnazione secolare”. La risposta

    L’Europa  resta l’anello debole della crescita globale

    Notizie

    L’Europa resta l’anello debole della crescita globale

    L’Europa (con Australia e Giappone) è l’anello debole della crescita globale da qui al 2020 con una crescita media del 2% mentre gli Stati Uniti aumenteranno il Pil del 2,2%, l’Europa dell’Est e la Russia del 3-5%, l’Asia orientale del 4,1%, quella meridionale del 5,9% e l’America latina del 2,8

  • 22 agosto 2016
    L’hi-tech da solo non fa la ripresa

    Commenti e Idee

    L’hi-tech da solo non fa la ripresa

    Sembra di vivere in un’epoca accelerata di innovazioni tecnologiche rivoluzionarie. Non passa giorno senza l’annuncio di qualche importante novità nel campo dell’intelligenza artificiale, delle biotecnologie, della digitalizzazione o dell’automazione.

  • 27 dicembre 2015
    I paradossi della produttività

    Commenti e Idee

    I paradossi della produttività

    I recenti trend sulla crescita della produttività non ci inducono a essere ottimisti sul futuro. Nel 2014 la crescita globale della produttività totale dei

  • 12 dicembre 2015
    City Europe

    RadioProgramma

    City Europe

    Apriamo la puntata con la voce di ...

  • 13 ottobre 2014
    Perché la Fed andrà più veloce

    Commenti e Idee

    Perché la Fed andrà più veloce

    CAMBRIDGE – La Federal Reserve degli Stati Uniti ha messo in risalto che la sua politica monetaria sarà definita da ciò che segnalano gli indicatori economici. Tuttavia, per modificare il tacito piano della Fed di porre fine nell'ottobre di quest'anno ai suoi acquisti di asset a lungo termine (con

  • 04 maggio 2014
    Il futuro del progresso economico

    Commenti e Idee

    Il futuro del progresso economico

    WASHINGTON, DC – Lentamente, ma senza incertezze, il dibattito sulla natura della crescita economica sta entrando in una fase nuova. Le questioni che si presentano oggi sono abbastanza diverse da quelle degli ultimi decenni, al punto da lasciar percepire in modo chiaro uno spostamento nell'assetto

  • 15 aprile 2014
    The Future of Economic Progress

    Economia

    The Future of Economic Progress

    WASHINGTON, DC – Slowly but surely, the debate about the nature of economic growth is entering a new phase. The emerging questions are sufficiently different

  • 11 aprile 2014
    Losing Interest

    Economia

    Losing Interest

    BERKELEY – Two of the world’s most prominent economic institutions, the International Monetary Fund and Former US Treasury Secretary , recently warned that the

  • 01 marzo 2014
    The New Growth Conundrum

    Economia

    The New Growth Conundrum

    PARIS – For most governments, the rate of economic growth that can reasonably be expected in the coming years is a key question. And, at least for the advanced