Ultime notizie

produzione teatro

  • 10 dicembre 2017
    Wilde, l’importanza di essere pop

    Cultura

    Wilde, l’importanza di essere pop

    “Ma cos'è un nome? Quella che noi chiamiamo rosa, anche chiamata con un nome diverso, conserverebbe ugualmente il suo dolce profumo.” Romeo e Giulietta, Atto II Scena II

  • 17 maggio 2017
    Stravaganze multimediali nel Poe firmato Elfo

    Cultura

    Stravaganze multimediali nel Poe firmato Elfo

    Autore fra i più visionari, Edgar Allan Poe è considerato all'origine della letteratura horror e noir moderna; le sue opere hanno dato origine a film di lungo e corto metraggio annoverati a centinaia. Eppure la straordinarietà della sua produzione è dovuta essenzialmente alla forza della parola e

  • 10 giugno 2016
    Cinici «bamboccioni» per il  noir Bad & Breakfast di Rosario Lisma

    Cultura

    Cinici «bamboccioni» per il noir Bad & Breakfast di Rosario Lisma

    Rosario Lisma ci riprova e, dopo il successo di Peperoni difficili, torna in scena con una brillante commedia noir. Un giallo divertente e macabro allo stesso tempo, dove il tema della precarietà viene trattato dall'osservatorio dei trentenni di oggi, in una versione estrema, con alto tasso di

  • 22 febbraio 2016
    La vendetta di Medea dentro un bunker

    Cultura

    La vendetta di Medea dentro un bunker

    Contrariamente alla diffusa tendenza di riprendere la Medea di Euripide per portarla verso una cronaca attuale di madri assassine, Gabriele Lavia spinge la barbarica eroina verso la realtà antica che le appartiene. Pur vestendola di abiti d'oggi - e con lei tutti i personaggi - e collocandola nel

  • 18 dicembre 2015
    L'Orestea arcaica e tecnologica di De Fusco

    Cultura

    L'Orestea arcaica e tecnologica di De Fusco

    L'«Orestea» di Eschilo rappresenta un viaggio alle radici della nostra civiltà. Con essa s'inaugura il primo tribunale della storia. Nasce il Diritto, al quale viene delegato il compito di risolvere ogni conflitto tra gli uomini spezzando per sempre l'atavica pratica della vendetta di padre in

  • 04 dicembre 2015
    Pùntila, ovvero le due facce del capitale: il primo Brecht «made in Elfo»

    Cultura

    Pùntila, ovvero le due facce del capitale: il primo Brecht «made in Elfo»

    Il primo Brecht “made in Elfo” è una commedia con musiche dove si riflette sulla compresenza di bene e male nell'animo umano ma anche sulle contraddizioni del capitalismo classico.

  • 11 novembre 2015
    Fuga da Napoli tra nostalgia e futuro, nell'omaggio a Patroni Griffi

    Cultura

    Fuga da Napoli tra nostalgia e futuro, nell'omaggio a Patroni Griffi

    È un teatro di parola, quello di Giuseppe Patroni Griffi. E di personaggi. “Io credo in un teatro che è sempre esistito: il teatro dei personaggi più che delle storie… degli attori che incarnano il senso di quello che avviene”. Così si legge in uno dei suoi scritti. Visione che si confà a un

  • 06 novembre 2015
    La slot machine di Marco Martinelli

    Cultura

    La slot machine di Marco Martinelli

    Annientato dall'azzardo. Solo, tutti i legami bruciati, braccato dai creditori, ferito, sepolto vivo. Lui che dalla terra proveniva, nella fossa è finito, gettato dai suoi strozzini. Quaranta minuti di performance, al buio, sottoterra, dove si consuma l'ultimo delirio di una vittima-carnefice di se

  • 29 luglio 2015
    L'Odissea siciliana degli attori-allievi di Emma Dante

    Cultura

    L'Odissea siciliana degli attori-allievi di Emma Dante

    Canottiera nera e pantaloni bianchi, gli uomini. Camicia bianca e gonne nere, le donne. Si presentano così, come atleti di una gara, di una prestazione da eseguire. Entrano in fila indiana, si allineano frontalmente, poi ai lati. E iniziano “la schiera”, che è l'avvio della nota pratica scenica di

  • 13 luglio 2015
    I sette vizi capitali delle anime del purgatorio, nel girone dantesco di Mimmo Borrelli

    Cultura

    I sette vizi capitali delle anime del purgatorio, nel girone dantesco di Mimmo Borrelli

    Dalla sacrestia, alla navata centrale della chiesa, all'ipogeo. In questo attraversamento all'interno di Santa Maria del Purgatorio ad Arco fino al sottosuolo, si snoda il percorso itinerante delle “anime pezzentelle”, anime in pena, comuni mortali che hanno da espiare colpe. Qui, lungo il

  • 08 aprile 2015
    Sono giovani e attuali   i protagonisti dello «Zio Vanja» di  Sepe

    Cultura

    Sono giovani e attuali i protagonisti dello «Zio Vanja» di Sepe

    Sembra un luogo di veglia quello che vediamo ad apertura di sipario dello “Zio Vanja” del regista Pierpaolo Sepe. Una penombra che cela sagome addormentate. Appoggiate sopra degli stilizzati tavoli rossi, destati dalla noia si svegliano al suono di una musichetta e ingaggiano un'allegra danza

  • 13 marzo 2015
    L'altra faccia del sogno americano in «Erano tutti miei figli»

    Cultura

    L'altra faccia del sogno americano in «Erano tutti miei figli»

    Miller al cubo in una crisi totale di coscienze dove gli errori generazionali mietono vittime innocenti immolate sull'altare del dio denaro e della menzogna: “Erano tutti miei figli”. Testo capolavoro di rara intensità e sincronismo drammaturgico, scritto nel 1947, presente e profetico nella sua

  • 20 febbraio 2015
    Quattro scatenate Comedians all'Elfo

    Cultura

    Quattro scatenate Comedians all'Elfo

    La badante ucraina, la pugliese lesbica, la cassiera svampita e la brianzola ritoccata, sono le quattro attrici dilettanti che dopo un rigoroso apprendistato arrivano a giocarsi il futuro con un provino ‘testato' da una spietata talent scout. Le aspiranti “Comedians” - Margherita Antonelli,

  • 29 gennaio 2015
    Sepolta dalle ceneri s'alza la poesia di Tahar Ben Jelloun

    Cultura

    Sepolta dalle ceneri s'alza la poesia di Tahar Ben Jelloun

    Dentro il vasto spazio rettangolare dalle bianche pareti sfumate d'azzurro, con il pubblico inglobato in parte dentro la scena, tre figure sedute, vestite di bianco, simili ad angeli, s'alzano introducendo ciascuno il racconto della guerra che non lascia soltanto rovine. Sono i testimoni di una “no