Ultime notizie

oliver letwin

  • 31 ottobre 2019
    Bye bye Bercow: lascia il grande nemico di Brexit

    Mondo

    Bye bye Bercow: lascia il grande nemico di Brexit

    Lo speaker della Camera dei Comuni, John Bercow, lascia la carica dopo dieci anni. È stato eletto per la prima volta nel 2009. Durante il referendum del 2016 per decidere se uscire dalla Ue, si era schierato per rimanere

  • 21 ottobre 2019
    Brexit, Bercow dice no a un nuovo voto sull’accordo di Johnson

    Mondo

    Brexit, Bercow dice no a un nuovo voto sull’accordo di Johnson

    Lo speaker della Camera dei Comuni,John Bercow, ha respinto la mozione del governo di Boris Johnson per rimettere ai voti il 21 ottobre l'accordo sulla Brexit raggiunto dal premier Tory con Bruxelles, ma rinviato già il 19 con un emendamento

    Le ombre per Londra su crescita e sovranità interna

    Commenti

    Le ombre per Londra su crescita e sovranità interna

    Ieri è stata una giornata storica per il Regno Unito. Il parlamento di Westminster doveva decidere come uscire da una Brexit che assomiglia ad una guerra. E ha deciso di non uscirne. Ha votato di non votare la nuova “Dichiarazione politica” e il nuovo “Protocollo su Irlanda e Irlanda del Nord”

  • 20 ottobre 2019
    Brexit: «Il governo ha i numeri per far passare l’accordo con l’Ue»

    Mondo

    Brexit: «Il governo ha i numeri per far passare l’accordo con l’Ue»

    “A dispetto di certi intrallazzi parlamentari”, ha detto Raab, “sembra proprio che abbiamo i numeri per far passare” il deal. Per questo l'esecutivo intende riproporre la questione in aula già a partire da lunedì

    Brexit, come si è arrivati al nuovo stop e quali scenari si aprono

    Mondo

    Brexit, come si è arrivati al nuovo stop e quali scenari si aprono

    La vicenda Brexit ha prodotto il suo ennesimo colpo di scena, e questa volta Boris Johnson ne è la vittima. Un episodio inatteso, consumato interamente dentro l'aula della Camera dei Comuni, che non fa altro che generare ulteriore incertezza in una storia infinita che certo non ne sentiva il