Ultime notizie

Maurizio Petriccioli

  • 20 marzo 2017
    Ape social e precoci, istanze tra il 1° maggio e 30 giugno

    Notizie

    Ape social e precoci, istanze tra il 1° maggio e 30 giugno

    I lavoratori precoci che quest’anno vogliono approfittare dell’uscita anticipata (di un anno e dieci mesi se uomini e di soli 10 mesi se donne) e i dipendenti o gli autonomi che vogliono accedere all’Ape sociale dovranno presentare la loro domanda all’Inpstra il 1° maggio e il 30 giugno. È quanto

    Pensioni, Ape sociale: per le domande finestra dal 1° maggio al 30 giugno

    Notizie

    Pensioni, Ape sociale: per le domande finestra dal 1° maggio al 30 giugno

    Le domande per l’Ape sociale (ossia l’anticipo pensionistico senza costi per il lavoratore in condizioni di disagio) e per l’anticipo per i lavoratori precoci che vogliono uscire nel 2017 andranno presentate tra il 1° maggio e il 30 giugno. Una finestra unica non particolarmente gradita ai

  • 02 marzo 2017
    Pensioni, decreti in ritardo ma l’Ape partirà comunque il 1° maggio

    Notizie

    Pensioni, decreti in ritardo ma l’Ape partirà comunque il 1° maggio

    Una franchigia fino a 12 mesi per garantire – ai lavoratori impegnati in attività gravose e con 36 anni di contributi – di accertare che hanno svolto un lavoro particolarmente pesante anche negli ultimi sei anni, requisito indispensabile per accedere all'Ape. Insieme a un via libera all'utilizzo

  • 15 ottobre 2016
    Sindacati critici su contributi e franchigia

    Notizie

    Sindacati critici su contributi e franchigia

    Sindacati critici su due novità illustrate ieri al tavolo sulle pensioni dal sottosegretario alla presidenza, Tommaso Nannicini: per avere l’anticipo pensionistico (Ape) agevolato - a “costo zero” per il lavoratore - si prevedono 36 anni di contributi versati per chi ha svolto lavori gravosi e 30

  • 14 ottobre 2016
    Dalle maestre agli infermieri, ecco la platea dell’Ape social

    Notizie

    Dalle maestre agli infermieri, ecco la platea dell’Ape social

    Operai dell’edilizia, scavatori, maestre di scuola d’infanzia, infermieri di sala, macchinisti e personale viaggiante, nonché autisti di mezzi pesanti, addetti alle pulizie e facchini: sono le tipologie di lavoratori che svolgono lavori gravosi e potranno beneficiare dell'Anticipo pensionistico