Ultime notizie

maurice nio

  • 02 febbraio 2018
    Centro Pecci: ecco il progetto della nuova direttrice Cristiana Perrella

    Arteconomy

    Centro Pecci: ecco il progetto della nuova direttrice Cristiana Perrella

    Il consiglio d'amministrazione della Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana ha deliberato: è Cristiana Perrella la nuova direttrice del Centro Pecci di Prato. La curatrice, classe 1965, figura molto rispettata nella scena artistica romana e internazionale, è stata responsabile per dieci

  • 19 settembre 2017
    La riscossa di Prato: una provincia “senza trucco” ma con molti tesori

    Viaggi

    La riscossa di Prato: una provincia “senza trucco” ma con molti tesori

    A volte le potenzialità restano nascoste, schiacciate, inespresse. Le potenzialità turistiche di Prato sono rimaste “dormienti” per lunghi anni, tarpate prima dalla storica vocazione industriale della città, poi dall'affannoso tentativo di arginare l'assalto della problematica comunità cinese. Ma

  • 10 luglio 2017
    Centro Pecci: 2016 in utile, ma per il futuro fondamentale il contributo pubblico

    Arteconomy

    Centro Pecci: 2016 in utile, ma per il futuro fondamentale il contributo pubblico

    Primo bilancio per il Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato che ha riaperto al pubblico il 16 ottobre 2016 sotto la direzione di Fabio Cavallucci nominato nel marzo 2014 con un contratto di collaborazione scaduto lo scorso 30 aprile, ma rinnovato per un altro anno in attesa del nuovo

  • 23 ottobre 2016
    Finimondo al Museo Pecci

    Cultura

    Finimondo al Museo Pecci

    Lo hanno rifatto. Il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci è stato completamente rinnovato, comprendo l’architettura preesistente – brutta alla nascita e in seguito usurata – con una bolla dorata che ne raddoppia la superficie portandola a 3000 metri quadri. L’architetto Maurice Nio si dice

  • 19 ottobre 2016
    Prato, Pistoia e Lucca pronte alla sfida 4.0

    Impresa e Territori

    Prato, Pistoia e Lucca pronte alla sfida 4.0

    Tornare a investire, digitalizzare le imprese, stringere i rapporti con le università per costruire un’industria più moderna e competitiva. Per la prima assemblea post-fusione, gli industriali di Prato, Pistoia e Lucca ora uniti in Confindustria Toscana Nord hanno scelto di guardare avanti, senza