Ultime notizie

Mario Gasbarrino

  • 19 maggio 2019
    Rivoluzione Gdo, non solo Conad e Auchan: così cambieranno i consumi

    Impresa e Territori

    Rivoluzione Gdo, non solo Conad e Auchan: così cambieranno i consumi

    Aggregazioni tra insegne, partnership, nuove centrali d’acquisto: il risiko della grande distribuzione organizzata (Gdo) ha visto negli ultimi anni una decisa accelerazione, a livello internazionale così come in Italia. E l’operazione annunciata martedì scorso da Conad, che acquisirà quasi tutti i

  • 02 ottobre 2017
    Il caldo agosto dei consumi: acquisti in aumento del 6,4% nella gdo

    Impresa e Territori

    Il caldo agosto dei consumi: acquisti in aumento del 6,4% nella gdo

    L’agosto forse più caldo di sempre ha scaldato i consumi delle famiglie spingendo all’insu (+6,4%) il termometro dei fatturati di iper e supermarket mentre continua la flessione (-1,5%) delle vendite nei grandi iper, quelli con una superficie superiore ai 4.500 metri quadri. Nel mese, sempre a rete

  • 20 maggio 2017
    Segnali di ripresa per i consumi in Italia

    Impresa e Territori

    Segnali di ripresa per i consumi in Italia

    Cambio di marcia nelle vendite della grande distribuzione. Nel quadrimestre gennaio-aprile 2017 le vendite a valore hanno fatto registrare una crescita media annua del 2,1%. La risultante di una forte accelerazione dell’alimentare, +3,4%, e di una frenata del non food, -2,5%. Insomma l’alimentare

  • 01 novembre 2016
    Attese basse   per i consumi di Natale

    Impresa e Territori

    Attese basse per i consumi di Natale

    Un Natale freddo per i consumi. Che oltre tutto si confronta con quello positivo del 2015. I distributori si dichiarano disillusi da un quadro generale negativo e sottolineano che è già tanto se otterranno gli stessi risultati del 2015, un anno positivo che aveva lasciato intravedere l’uscita dal

  • 10 dicembre 2014
    Etichette  più trasparenti modello Ue

    Impresa e Territori

    Etichette più trasparenti modello Ue

    Chiarezza su allergeni, grassi e materie prime ma si attenuano gli obblighi sui siti produttivi