Ultime notizie

Marilyn Minter

  • 08 maggio 2022
    Artiste alla Corte Suprema: così fan tutte (politica)

    Arteconomy

    Artiste alla Corte Suprema: così fan tutte (politica)

    il 2 maggio, il Politico ha condiviso una bozza dell'opinione redatta dal giudice John Roberts che ribalta lo storico precedente su cui si fonda il diritto di aborto negli States: le artiste-attiviste e il mercato si infiammano

  • 22 settembre 2020
    Come ci si veste al museo? Le regole che nessuno conosce

    Arteconomy

    Come ci si veste al museo? Le regole che nessuno conosce

    Mentre fioccano le proteste per l'interdetto ingresso a Jeanne al Museo d'Orsay, scusatosi poi con la visitatrice, qual è l'abbigliamento da evitare in queste istituzioni?

  • 05 luglio 2019
    L’uguaglianza di genere si discute da Playboy

    Arteconomy

    L’uguaglianza di genere si discute da Playboy

    Le principali esponenti del femminismo artistico americano come Merilyn Minter, Xaviera Simmons e Natalie White discutono con il critico d'arte Jerry Saltz di arte, sesso e nuovo emendamento sull'uguaglianza di genere nella sede di Playboy di New York

  • 13 ottobre 2018
    Usa, l’arte politica incontra #metoo

    Arteconomy

    Usa, l’arte politica incontra #metoo

    Non è la solita Marianne di Delacroix, la nuova Resistenza americana, nella copertina della Sunday Review del New York Times (23-09-2018), è una donna di colore dai tratti androgini che indossa un abito patchwork con impresse tante immagini di donne in protesta. È l'emblema del nuovo ordine, del

  • 01 settembre 2017
    Carolee Schneemann: un'artista contro i benpensanti di sempre. Parola di Wendy Olsoff (galleria P.P.O.W.)

    Arteconomy

    Carolee Schneemann: un'artista contro i benpensanti di sempre. Parola di Wendy Olsoff (galleria P.P.O.W.)

    Per cinquant'anni l'artista americana Carolee Schneemann ha messo in discussione un certo sguardo sulle donne carico di pregiudizi eppure diffuso, forzando categorie, consuetudini e tabù con opere ispirate e trasgressive tra cui dipinti gestuali, ambienti cinetici, performance, happenings, film e