Ultime notizie

marie harf

  • 04 giugno 2015

    Mondo

    Si riaccende la crisi ucraina

    Il cessate il fuoco nell’Ucraina orientale è in briciole. E con esso gli accordi di Minsk: che negli ultimi tre mesi erano riusciti a contenere - ma non a

  • 03 giugno 2015
    Riesplode la guerra in Ucraina: 24 morti in 24 ore. L’Europa verso la proroga delle sanzioni alla Russia di Putin

    Mondo

    Riesplode la guerra in Ucraina: 24 morti in 24 ore. L’Europa verso la proroga delle sanzioni alla Russia di Putin

    Il cessate il fuoco nell’Ucraina orientale è in briciole. E con esso gli accordi di Minsk: che negli ultimi tre mesi erano riusciti a contenere - ma non a spegnere - gli scontri tra i separatisti filorussi e le forze governative ucraine. Da ieri, più nessuna finzione: a Marinka e Krasnohorivka,

  • 14 aprile 2015
    Armeni, Obama parla di «massacro». Il Parlamento Ue: la Turchia riconosca il genocidio

    Mondo

    Armeni, Obama parla di «massacro». Il Parlamento Ue: la Turchia riconosca il genocidio

    Anche Washington si unisce alla presa di posizione del Papa sulla questione armena. «Il presidente (Obama) e altri alti esponenti dell'amministrazione hanno più volte riconosciuto come un fatto storico che 1,5 milioni di armeni furono massacrati negli ultimi giorni dell'impero ottomano e che un

  • 01 aprile 2015
    Trattative a oltranza sul programma nucleare dell’Iran

    Mondo

    Trattative a oltranza sul programma nucleare dell’Iran

    Trattativa a oltranza per un accordo tra la comunità internazionale e l'Iran sul dossier nucleare. Passata la mezzanotte del 31 marzo - termine originariamente fissato per raggiungere un accordo sul programma nucleare dell'Iran - a Losanna si continua a trattare. Come già anticipato da alcune ore,

    Nucleare iraniano, si tratta a oltranza

    Mondo

    Nucleare iraniano, si tratta a oltranza

    Diminuzione dei cavalli e aumento dell’ottimismo, diceva una vecchia canzone: mentre scadeva la deadline di mezzanotte i negoziati sul nucleare iraniano sembravano rallentare inesorabilmente ma allo stesso tempo si moltiplicavano le dichiarazioni che davano l’intesa oramai vicina, anche a costo di