Ultime notizie

Marcel Fratzscher

  • 18 marzo 2021
    La Germania vira a sinistra. Debito e tasse i temi del super anno elettorale

    24Plus

    24+ La Germania vira a sinistra. Debito e tasse i temi del super anno elettorale

    Marcel Fratzscher, economista di fama internazionale e presidente del think tank DIW, analizza in questa intervista al Sole24Ore il voto in Baden-Württemberg e Renania Palatinato e la superannata elettorale

  • 21 settembre 2020
    Perché le imprese tedesche soffrono meno la crisi Covid

    24Plus

    24+ Perché le imprese tedesche soffrono meno la crisi Covid

    Il fenomeno della “zombificazione” delle Mittelstand, le aziende con meno di 500 dipendenti, resta comunque un rischio legato alle incognite del momento

  • 30 marzo 2020
    Gli eurobond della discordia: 3 proposte contro l’impasse

    24Plus

    24+ Gli eurobond della discordia: 3 proposte contro l’impasse

    Per superare lo scontro tra i Paesi “deboli” guidati dalla Francia e quelli “frugali” vicini alla Germania si può lavorare su modalità, durate, finalità

  • 05 dicembre 2019
    Perché in Germania cresce la protesta contro la Bce

    24Plus

    24+ Perché in Germania cresce la protesta contro la Bce

    Le critiche, iniziate già sotto Trichet, si sono inasprite con Draghi. Nel mirino soprattutto gli strumenti di politica monetaria non convenzionale usati in tempi di crisi. Ma a Berlino iniziano a farsi sentire anche i sostenitori della Banca centrale europea

  • 17 agosto 2019
    Germania, Italia e le tasche di Pantalone

    Mondo

    Germania, Italia e le tasche di Pantalone

    Le ultime notizie da Wiesbaden sono tutt’altro che buone, per l’economia tedesca ma anche per quella europea e quindi italiana. Nel secondo trimestre, la crescita del Pil, al netto degli aggiustamenti stagionali e di calendario, è stata negativa dello 0,1% rispetto al periodo gennaio-marzo 2019, mentre si è assestata a un modesto 0,4% se il confronto è con il secondo trimestre del 2018. È la crescita tendenziale più lenta da sei anni a questa parte

  • 25 luglio 2019
    Germania, dall’auto alla chimica 85mila lavoratori in esubero

    Mondo

    Germania, dall’auto alla chimica 85mila lavoratori in esubero

    Dall’auto alla chimica, i grandi gruppi vivono una fase di «recessione industriale». La via d’uscita è dare a Berlino una economia trainata dalla domanda interna

  • 12 maggio 2019
    Pareggio di bilancio, ora anche la Germania  mette in discussione il dogma

    Mondo

    Pareggio di bilancio, ora anche la Germania mette in discussione il dogma

    FRANCOFORTE - Che senso ha tenere il freno tirato sul debito pubblico, il “Schuldenbremse” introdotto nella Costituzione nel 2009, quando lo Stato ora viene pagato per indebitarsi, i tassi reali resteranno ultrabassi per decenni, il debito/Pil è già calato drasticamente e intanto la crescita

  • 10 febbraio 2019
    In Germania debolezza  peggiore del previsto, ma  non  sarà recessione

    Mondo

    In Germania debolezza peggiore del previsto, ma non sarà recessione

    Al suo decimo anno consecutivo di crescita, la Germania batte la fiacca. Il Pil nel 2019 crescerà attorno all’1%, con il Governo di Angela Merkel costretto a tagliare frettolosamente le stime dal 2,3% all’1,8% per finire all’1%, un drastico calo rispetto all’1,5% del 2018 e al 2,2% del 2014, 2016 e

  • 05 giugno 2018
    Fratzscher: «L’Italia ha un’economia  dal potenziale enorme»

    Notizie

    Fratzscher: «L’Italia ha un’economia dal potenziale enorme»

    «L’incertezza politica è veleno per l’economia italiana. Creare occupazione per i giovani è invece la più grande delle priorità per l’Italia»: è questa la strada per riportare in Italia il grande boom economico, secondo il professor Marcel Fratzscher, presidente del think tank tedesco Diw Berlin,

  • 26 marzo 2018
    Lagarde (Fmi) propone un fondo anti-crisi per l’Eurozona

    Mondo

    Lagarde (Fmi) propone un fondo anti-crisi per l’Eurozona

    DAL NOSTRO CORRISPONDENTEBERLINO - Un fondo di “stabilità fiscale” centrale, quindi comune ed europeo, alimentato dai contributi dei singoli Paesi dell'eurozona, in una misura pari allo 0,35% del Pil su base annua, con la missione di erogare in via automatica trasferimenti agli Stati con

  • 07 marzo 2018
    Fratzscher (Diw Berlin): «L’Italia prosegua sulla strada delle riforme»

    Mondo

    Fratzscher (Diw Berlin): «L’Italia prosegua sulla strada delle riforme»

    FRANCOFORTE - Il prof. Marcel Fratzscher, alla guida dell'influente istituto di ricerca economica DIW Berlin, è cautamente ottimista: Italia ed Europa hanno davanti «almeno altri tre anni di crescita solida», ma non nasconde che Germania e Berlino guardano all'Italia «con molta preoccupazione» dopo

  • 13 settembre 2017
    Il surplus tedesco, il bene dell’Europa e quello di Berlino

    Notizie

    Il surplus tedesco, il bene dell’Europa e quello di Berlino

    L’enorme e persistente surplus delle partite correnti della bilancia dei pagamenti della Germania non è stato menzionato nel recente dibattito elettorale tra la cancelliera Angela Merkel e Martin Schulz del Partito socialdemocratico. Tale assenza non ha probabilmente turbato i tedeschi, ma per

  • 10 febbraio 2017
    Germania, nuovo record del surplus

    Mondo

    Germania, nuovo record del surplus

    La Germania ha segnato il terzo record consecutivo di surplus commerciale, il più elevato dalla fine della seconda guerra mondiale, quando iniziò la rilevazione. Nel 2016 l’avanzo è salito a 252,9 miliardi di euro, rispetto ai 244 del 2015 e le esportazioni sono aumentate in un anno dell’1,2%

  • 09 febbraio 2017
    Il record del surplus tedesco inasprisce lo scontro con gli Stati Uniti di Trump

    Mondo

    Il record del surplus tedesco inasprisce lo scontro con gli Stati Uniti di Trump

    «Germania first»? Quando a luglio Donald Trump incontrerà i leader europei al G-20 di Amburgo la cancelliera tedesca, che ospiterà il vertice, metterà subito sul tavolo il dossier del commercio. L’Europa, ha detto Angela Merkel, deve capire meglio quali sono le vere «priorità» dell’amministrazione

  • 09 febbraio 2017
    La Germania snobba Trump: surplus commerciale record a 253 miliardi

    Mondo

    La Germania snobba Trump: surplus commerciale record a 253 miliardi

    Bilancia commerciale da record per la Germania nel 2016. A fine anno, secondo i dati diffusi oggi, l'avanzo è stato pari a 252,9 miliardi di euro, nuovo primato dal dopoguerra. Al top le esportazioni, con 1.207,5 miliardi di beni venduti (+1,2% sul 2015), contro 954,6 miliardi di euro di

  • 26 ottobre 2016
    Un’Europa tedesca o una Germania europea?

    Commenti e Idee

    Un’Europa tedesca o una Germania europea?

    Il voto di giugno con cui il Regno Unito ha scelto di abbandonare l’Unione europea non ha solo cambiato il corso della storia britannica, ma ha posto alcune domande fondamentali sul ruolo della Germania in Europa e nel mondo. Con la crisi migratoria che indebolisce a livello politico la cancelliera

    Un’Europa tedesca o una Germania europea?

    Commenti e Idee

    Un’Europa tedesca o una Germania europea?

    Il voto di giugno del Regno Unito che ha scelto di abbandonare l'Unione europea non ha solo cambiato il corso della storia britannica, ma ha posto alcune domande fondamentali sul ruolo della Germania in Europa e nel mondo. Con la crisi della migrazione che indebolisce a livello politico la

  • 03 settembre 2016
    L’Europa  resta l’anello debole della crescita globale

    Notizie

    L’Europa resta l’anello debole della crescita globale

    L’Europa (con Australia e Giappone) è l’anello debole della crescita globale da qui al 2020 con una crescita media del 2% mentre gli Stati Uniti aumenteranno il Pil del 2,2%, l’Europa dell’Est e la Russia del 3-5%, l’Asia orientale del 4,1%, quella meridionale del 5,9% e l’America latina del 2,8

  • 22 febbraio 2016
    Per i bond delle autonomie scende in campo la Bce

    Mondo

    Per i bond delle autonomie scende in campo la Bce

    Dallo scorso dicembre anche i bond locali europei sono entrati a pieno titolo nella lista della spesa del Quantitative easing della Bce. Per l’Italia, secondo le ultime stime, l’Istituto di Francoforte potrà acquistare fino a un massimo che oscilla tra i 7 e gli 8,6 miliardi. Una quota ben