• 28 febbraio 2016
    Perché  Bassani non è  Liala

    Cultura

    Perché Bassani non è Liala

    Nel 1991 Bassani aveva cambiato casa, a Roma. Era andato a vivere in un appartamento di Trastevere, insieme a Portia Prebys. Prima di uscire per la consueta

  • 18 luglio 2015
    Berlusconi sfida il premier: «Voteremmo i tagli, ma qualcuno gli crede?»

    Notizie

    Berlusconi sfida il premier: «Voteremmo i tagli, ma qualcuno gli crede?»

    Con l’annuncio di un taglio delle tasse da 45 miliardi in tre anni, Renzi ha sfidato Silvio Berlusconi sul suo stesso terreno. E la reazione non si è fatta attendere. «Ho sentito Renzi fare una delle sue solite promesse», ha detto il Cavaliere nel corso di una telefonata all’iniziativa “Con la

  • 15 maggio 2015
    Scuola: primi sì alla Camera, governo battuto su emendamento. Presidio in piazza dei sindacati

    Notizie

    Scuola: primi sì alla Camera, governo battuto su emendamento. Presidio in piazza dei sindacati

    Nonostante i buoni propositi di approvare anche l'articolo 8 del ddl scuola l'Aula della Camera ha chiuso i lavori in serata e ha scelto di rinviare a lunedì prossimo l’esame del provvedimento. In Aula sono stati approvati i primi sette articoli. Da registrare che il governo è andato sotto nel voto

  • 28 aprile 2015
    Tre fiducie sull’Italicum, Renzi: se vogliono mi mandino a casa

    Notizie

    Tre fiducie sull’Italicum, Renzi: se vogliono mi mandino a casa

    Insulti, grida, parolacce da parte delle opposizioni. E poi lacerazioni, strappi, tormenti anche nella maggioranza, prima di tutto in casa Pd. Con il premier Matteo Renzi deciso più che mai: o si approva la legge elettorale o si va a casa. È stata bagarre oggi in Aula alla Camera, dopo che il

  • 24 aprile 2015
    Legge elettorale, è battaglia su fiducia e voto segreto

    Notizie

    Legge elettorale, è battaglia su fiducia e voto segreto

    In casa Pd resta forte la fibrillazione in vista dell’approdo dell'Italicum in aula alla Camera lunedì prossimo. Da un lato il premier Matteo Renzi, sempre più intenzionato a porre la questione di fiducia per evitare “imboscate” su decine di votazioni a scrutinio segreto che potrebbero essere