Ultime notizie

khalifa ghwell

  • 27 gennaio 2017
    Libia: la fragilità di Serraj, il rafforzamento di Haftar

    Mondo

    Libia: la fragilità di Serraj, il rafforzamento di Haftar

    Lo avevano escluso dal Governo libico di accordo nazionale. Una presenza troppo ingombrante. Un uomo assetato di potere, avevano accusato i suoi rivali da Tripoli. Eppure, a distanza di un anno dagli accordi che hanno portato all’Esecutivo libico di unità, anche diversi suoi oppositori hanno dovuto

  • 14 gennaio 2017
    La Libia nel gran gioco Usa-Russia

    Mondo

    La Libia nel gran gioco Usa-Russia

    Trampolino di lancio dei migranti, ex colonia dove abbiamo importanti interessi economici, energetici e di sicurezza, la Libia è il vero problema della politica estera italiana. La Libia ora è entrata nel grande gioco per il riassetto dei rapporti tra Usa e Russia nel Mediterraneo e in Medio

    Ambasciata aperta in Libia, missione italiana: unificare Ovest ed Est

    Notizie

    Ambasciata aperta in Libia, missione italiana: unificare Ovest ed Est

    ROMA – Se veramente esiste, in queste ore, una “guerra” a Tripoli sembra proprio sia quella che si sta combattendo a colpi di comunicati stampa e notizie fatte filtrare da non meglio precisate “fonti privilegiate” di piccoli gruppi o milizie che giocano tutto sul conflitto ancora irrisolto tra il

    Così la Russia s’insinua nella crisi libica

    Mondo

    Così la Russia s’insinua nella crisi libica

    La visita inaspettata del maresciallo Khalifa Haftar sulla portaerei Ammiraglio Kuznetsov, in rotta di rientro dalla acque siriane dove i suoi jet hanno contribuito alla vittoria ad Aleppo, ha un significato strategico ben più rilevante di un semplice “mostrar bandiera” di Mosca nella nostra ex

  • 13 gennaio 2017
    Giallo su un tentativo di golpe a Tripoli

    Mondo

    Giallo su un tentativo di golpe a Tripoli

    Sono sempre loro due. Fayez Sarraj contro Khalifa Ghwell. Ancora una volta la nuova Libia deve fare i conti con le diverse anime della Libia del disordine. Nella capitale Tripoli ieri sono tornate a parlare le armi. E sarebbero ancora gli uomini di Khalifa Ghwell, l’ex premier del Governo di

  • 12 gennaio 2017
    Tentato golpe a  Tripoli:  scontri tra milizie e forze governative

    Mondo

    Tentato golpe a Tripoli: scontri tra milizie e forze governative

    Fayez Sarraj contro Khalifa Ghwell. Ancora una volta. La nuova Libia deve fare i conti con le diverse anime della Libia del disordine. Nella capitale libica sono tornate a parlare le armi. Si spara in alcuni quartieri, in alcune piazze, davanti a zone strategiche della città. E sarebbero ancora gli

  • 10 gennaio 2017
    Libia, Gentiloni: riapre ambasciata, è impegno del governo per stabilizzare Paese

    Notizie

    Libia, Gentiloni: riapre ambasciata, è impegno del governo per stabilizzare Paese

    «Riapre l’ambasciata italiana a Tripoli. Impegno del governo per stabilizzare la Libia e collaborare contro i trafficanti di esseri umani». Lo scrive su Twitter il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Oggi l’ambasciatore designato Giuseppe Perrone presenterà le sue credenziali al governo

  • 03 aprile 2016
    Con Sarraj anche i signori del petrolio

    Mondo

    Con Sarraj anche i signori del petrolio

    Passo dopo passo Fayez al-Sarraj sembra consolidare la sua leadership, almeno in Tripolitania. Dopo aver lasciato Tunisi sbarcando mercoledì scorso nella base navale tripolina di Abu Sittha, il neo premier continua a incassare adesioni importanti per riuscire a trasferire in tempi ragionevoli il

  • 02 aprile 2016
    Il «premier ribelle» si ritira a Misurata

    Mondo

    Il «premier ribelle» si ritira a Misurata

    Più che le armi forse potrà la diplomazia ma una cosa è certa: per l’Italia aiutare la Libia e il nuovo governo voluto dall’Onu «non significa che ci alziamo una mattina ed andiamo a bombardare come vorrebbe qualcuno». Questa frase del presidente del Consiglio Matteo Renzi è rimbalzata dall’America

  • 01 aprile 2016
    La vera priorità è un esercito nazionale

    Mondo

    La vera priorità è un esercito nazionale

    In Libia un primo ministro senza esercito è come un brillante studente universitario senza i libri su cui studiare per superare gli esami.Al momento Fayez Serraj, il premier designato del Governo libico di unità nazionale, ha dalla sua solo un manipolo di uomini armati in un Paese ostaggio di

    Europa 24 - Gioco di squadra. Dopo le sanzioni UE il premier ribelle lascia Tripoli

    RadioProgramma

    Europa 24 - Gioco di squadra. Dopo le sanzioni UE il premier ribelle lascia Tripoli

    Il premier Khalifa Ghwell, ostile al governo unitario di Fayez Sarraj, "ha lasciato Tripoli"...

  • 31 marzo 2016
    In Libia si insedia il nuovo governo ma  a Tripoli  fazioni in lotta e caos

    Mondo

    In Libia si insedia il nuovo governo ma a Tripoli fazioni in lotta e caos

    Difeso dalle potenti milizie di Misurata, dalla marina libica e grazie a un probabile monitoraggio a distanza di forze aeree e navali di Italia, Francia, Regno Unito e Usa, il governo libico di riconciliazione nazionale ha visto finalmente la luce a Tripoli.

    Sbarco simbolico, cammino ancora lungo

    Mondo

    Sbarco simbolico, cammino ancora lungo

    Arrivare via terra, con un lungo convoglio? Impensabile. In aereo? Opzione scartata. Soprattutto da quando il governo ombra di Tripoli, ostile, aveva appositamente chiuso lo scalo, e raffiche di contraerea delle sue milizie echeggiavano nell’aria come un lugubre avvertimento.

  • 30 marzo 2016
    Partenza in salita per Sarraj: Tripoli nel caos, milizie islamiste nelle strade

    Mondo

    Partenza in salita per Sarraj: Tripoli nel caos, milizie islamiste nelle strade

    Tripoli è nel caos e il consiglio presidenziale guidato dal premier designato Fayez al Sarraj, sbarcato oggi nella capitale a bordo di una motovedetta libica partita da Sfax in nottata, si è dovuto asserragliare in una base navale viste le condizioni di sicurezza praticamente inesistenti. Milizie

    Libia: il nuovo premier e i ministri a Tripoli via mare. Ma gli islamisti reagiscono: spari nelle strade

    Mondo

    Libia: il nuovo premier e i ministri a Tripoli via mare. Ma gli islamisti reagiscono: spari nelle strade

    Arrivare via terra, con un lungo convoglio? Impensabile. In aereo? Opzione scartata. Soprattutto quando il Governo ombra di Tripoli, ostile, aveva appositamente chiuso lo scalo, e raffiche di contraerea delle sue milizie echeggiavano nell’aria come un lugubre avvertimento.