Ultime notizie

jobbik

  • 26 maggio 2019
    Exit poll: boom dei Verdi in Germania, cala Cdu, non sfonda la destra

    Mondo

    Exit poll: boom dei Verdi in Germania, cala Cdu, non sfonda la destra

    In Germania l’Unione Cdu-Csu di Angela Merkel si conferma il primo partito negli exit poll con il 27,5%, ma perde il 7,8 per cento. L’Spd otterrebbe il 15,6%, perdendo l’11,9 per cento. Successo dei Verdi: arrivano al 20,5%, con un +9.8%, ben oltre le attese, e diventano il secondo partito. L’AfD è

  • 18 maggio 2019
    Il populismo è giovane, così la destra sovranista corteggia gli under 30

    Mondo

    Il populismo è giovane, così la destra sovranista corteggia gli under 30

    Nel 2017, a ridosso delle elezioni federali tedesche, il think tank Bruegel ha pubblicato un’analisi sull’elettorato medio di Alternative für Deutschland: il partito di destra nazionalista che aveva appena conquistato oltre 90 seggi, varcando per la prima volta nella sua storia la soglia del

  • 01 agosto 2018
    Caos Afghanistan e secondo capitolo Visegrad

    RadioProgramma

    Caos Afghanistan e secondo capitolo Visegrad

    Dopo l'attacco di ieri a Jalalabad, l'Afghanistan torna al tavolo di Nessun Luogo è lontano ...

  • 08 aprile 2018
    Ungheria: schiacciante vittoria di Orban pronto a dare battaglia in Europa

    Mondo

    Ungheria: schiacciante vittoria di Orban pronto a dare battaglia in Europa

    BUDAPEST - Viktor Orban ha stravinto le elezioni in Ungheria. La partecipazione altissima al voto consegna al premier nazionalista ed euroscettico un mandato chiaro, il terzo consecutivo, per continuare la battaglia contro Bruxelles sui migranti, sui principi stessi alla base dell'Unione. Il largo

    La ricetta economica di Orban garanzia di consenso, ma l’Ungheria perde terreno

    Mondo

    La ricetta economica di Orban garanzia di consenso, ma l’Ungheria perde terreno

    BUDAPEST - Per tutta la campagna elettorale Viktor Orban ha attaccato i migranti islamici, le istituzioni di Bruxelles e il miliardario George Soros, inventando nemici e alimentando la paura. Ma è con la sua politica economica fuori dagli schemi che il premier ungherese ha, se non altro, ridato

  • 07 aprile 2018
    Orban, il piccolo padre dell’Europa illiberale

    Mondo

    Orban, il piccolo padre dell’Europa illiberale

    Dove vuole arrivare Viktor Orban? Tutto sembra girare a favore del premier ungherese che regna a Budapest da otto anni e che nelle elezioni di domani conquisterà il suo terzo mandato consecutivo: gli ultimi sondaggi danno il suo partito, il Fidesz, vicino al 50%, resta solo da capire quanto ampia

  • 18 marzo 2018
    Non solo Orban e Kaczynski: il populismo avanza a Est

    Mondo

    Non solo Orban e Kaczynski: il populismo avanza a Est

    L’Europa dell’Est si sta allontanando dal nucleo centrale dell’Unione. La deriva nazionalista avviata da Viktor Orban in Ungheria ha trovato da anni un solido alleato nella Polonia di Jaroslaw Kaczynski. La spaccatura, con Bruxelles e con i Paesi occidentali, è evidente anche se si guarda a una

  • 25 settembre 2017
    Avanzano le destre europee

    Notizie

    Avanzano le destre europee

    Germania, Ungheria e gran parte dei paesi dell'est europeo, Olanda, Francia, Italia. Passa da qui il vento delle nuove destre anti europeiste...

  • 14 settembre 2017
    Migranti, Orban sfida  Merkel

    Mondo

    Migranti, Orban sfida Merkel

    Sui migranti così come su una maggiore integrazione tra i Paesi europei nel dopo Brexit, l’Ungheria segue una linea totalmente divergente da quella dell’Unione. È concreto il rischio di rottura: con Bruxelles ma anche con la Germania e la Francia.

  • 13 maggio 2017
    Cinque chiese, una moschea e mille vigneti

    Commenti e Idee

    Cinque chiese, una moschea e mille vigneti

    Cerco qui i sentieri di William Melczer (1925-1995): lo incontrai a Tours, già professore celebre di Syracuse (Usa), originario di questa terra che attraverso, inquieto rabdomante dei “segni dei tempi”; mi ha insegnato a viaggiare: «Il viaggio è l’appuntamento, il più esigente possibile, che il me

  • 15 marzo 2017
    Il mondo che ha creato Donald Trump

    Commenti e Idee

    Il mondo che ha creato Donald Trump

    Da quasi una generazione l’Occidente vive una sorta di progresso all’inverso. Se pensiamo all'instabilità generata dalla guerra in Iraq che dopo il Medio Oriente ha investito l'Europa, agli effetti negativi della crisi finanziaria del 2008 sulla fiducia degli elettori nel capitalismo liberale e

  • 08 marzo 2017
    Ungheria, profughi detenuti per legge

    Mondo

    Ungheria, profughi detenuti per legge

    L’Ungheria ha introdotto nuove e più severe regole contro i migranti che permetteranno di trattenere i richiedenti asilo in campi vicino al confine e rafforzeranno i controlli e le difese lungo il muro alla frontiera con la Serbia. «Possiamo contare solo su noi stessi, l’Unione europea rende il

  • 18 febbraio 2017
    Ritratto di Aleksandr Dugin, il «Rasputin di Putin»

    Mondo

    Ritratto di Aleksandr Dugin, il «Rasputin di Putin»

    Lo chiamano «eminenza grigia del Cremlino», «cervello di Putin» o «braccio destro» del presidente russo, «forza motrice» della sua politica estera. Mentre Breitbart News - il sito conservatore di notizie e opinioni traghettato da Stephen Bannon, oggi chief strategist di Donald Trump, sulle

  • Orban sconfitto sullo stop ai rifugiati in Ungheria

    Mondo

    Orban sconfitto sullo stop ai rifugiati in Ungheria

    Nuova sconfitta per il premier Viktor Orban sullo stop all’insediamento in Ungheria dei migranti che premono ai confini dell’Europa. Dopo aver fallito il voto referendario indetto a ottobre, oggi il leader populista incassa un altro insuccesso in Parlamento, dove aveva comunque cercato di far