Ultime notizie

Irma Blank

  • 24 ottobre 2017
    A Fiac  collezionisti da tutto il mondo, soddisfatti  i galleristi

    Arteconomy

    A Fiac collezionisti da tutto il mondo, soddisfatti i galleristi

    Con 193 gallerie tra le più prestigiose al mondo, la Foire internationale d'art contemporain (Fiac) si conferma uno degli appuntamenti più importanti per il mercato dell'arte in Francia. Per la sua 44ª edizione dal 19 al 22 ottobre 2017 Parigi ha ospitato una selezione di importanti gallerie

  • 05 settembre 2017
    Poesia Visiva in crescita. Parola della gallerista Carla Roncato

    Arteconomy

    Poesia Visiva in crescita. Parola della gallerista Carla Roncato

    Con dispiacere la redazione di Arteconomy24 ha appreso la notizia della scomparsa della signora Carla Roncato proprio nel giorno della pubblicazione di questa intervista. Ai familiari e agli amici vanno le nostre condoglianze.

  • 04 settembre 2017
    Disubbidienza della Poesia Visiva

    Arteconomy

    Disubbidienza della Poesia Visiva

    C’è una regola che i collezionisti d’arte dovrebbero sempre seguire, particolarmente vera nel caso della Poesia Visiva: non farsi ingannare dalla firma, ma chiedersi sempre se l’opera è bella ed importante in sé. È il consiglio del collezionista Giuseppe Garrera, perché la Poesia Visiva ha

    La critica  ha riconosciuto il valore  degli artisti  del linguaggio

    Arteconomy

    La critica ha riconosciuto il valore degli artisti del linguaggio

    «È un collezionismo prevalentemente italiano quello della Poesia Visiva – spiega Alessandro Cuomo, capo Dipartimento Arte Moderna e Contemporanea di Finarte – bisogna tuttavia ricordare che il movimento è nato in un clima di apertura e di scambio culturale e quindi, come anche “Fluxus”, parla un

  • 24 luglio 2017
    Gioielli in costante crescita da Il Ponte Casa d'Aste

    Arteconomy

    Gioielli in costante crescita da Il Ponte Casa d'Aste

    Il Ponte Casa d'Aste chiude il primo semestre dell'anno con un incremento del 22,8% del fatturato che passa da 12,2 milioni a 15 milioni di euro pur mantenendo invariato il numero di aste. In questo modo la società è arrivata al terzo posto nella classifica dei fatturati, 78% per lotto e 161% per