Ultime notizie

golda meier

  • 11 gennaio 2015

    Cultura

    Ingrassare nel nome di Jahvè

    «La piccola Edie Herzen, anni cinque: non così mingherlina dopotutto. Le sue braccia e le sue gambe, un tempo morbide e vellutate, erano sviluppate in qualcosa che andava oltre il voluttuoso. Un bambino lo si dovrebbe poter strizzare. Lei era un blocco di cemento di carne». Anche sua madre non era