Ultime notizie

Giulio Mozzi

  • 14 gennaio 2018
    Il no di Gallimard a Céline: i pericoli di una folle condanna all’oblio

    Cultura

    Il no di Gallimard a Céline: i pericoli di una folle condanna all’oblio

    «In nome della mia libertà di editore e della sensibilità che ho maturato in quest'epoca sospendo questo progetto, considerando che non ci siano le condizioni metodologiche e memoriali per svilupparlo in modo sereno». Con queste parole l’11 gennaio Antoine Gallimard annuncia che la casa editrice di

  • 13 dicembre 2017
    Gli immancabili

    Cultura

    Gli immancabili

    In questo parziale e personale elenco mancano numerosi libri che meritano attenzione, lettura, amore. Ne cito ancora quattro a cui non riesco proprio a rinunciare perché da loro ho imparato, perché mi hanno accompagnato, perché mi hanno consolato. In testa Fiction 2.0 di Giulio Mozzi (Laurana

  • 13 agosto 2017
    Quanto è ibrido questo romanzo

    Cultura

    Quanto è ibrido questo romanzo

    Domenica scorsa abbiamo identificato nella velocità una delle dominanti formali della letteratura circostante. Servirsi di un ritmo narrativo serrato serve innanzitutto per far risparmiare tempo a un lettore sempre meno interessato alle descrizioni, alle analisi, al lento svilupparsi di situazioni

  • 14 settembre 2014
    Pedrocchi, aroma d'Europa

    Cultura

    Pedrocchi, aroma d'Europa

    Fu «il più bel Caffè-Ridotto dell'Europa» ottocentesca, ammirato dagli intellettuali in Grand Tour: per Théophile Gautier «nulla vi era di più monumentalmente

  • 02 ottobre 2011
    Twitter per letterati

    Cultura

    Twitter per letterati

    Non si offenderà Marco Patuano, il brillante amministratore delegato di Telecom, se oggi al write camp del Blog Fest ci saranno più partecipanti che al suo

  • 14 marzo 2011
    Il correttore che non è automatico

    Cultura

    Il correttore che non è automatico

    Dai casi celebri come Ezra Pound che rivede «Waste Land» di Eliot a figure carismatiche come Grazia Cherchi. In cosa è cambiato il lavoro e chi sono oggi le nuove leve tra gli editor - Franchini: «La qualità media dei manoscritti e il loro numero aumenta». Tra maieutica e interventismo - Concorrenza tra professionisti esterni e interni alle case editrici. Il doppio ruolo tra lavoro sui testi e quello di scelta

  • 20 febbraio 2011
    Redimersi scrivendo racconti scabrosi

    Cultura

    Redimersi scrivendo racconti scabrosi

    Torna «Il male naturale», potente raccolta di Giulio Mozzi che si inserisce nella narrativa cattolica più problematica - Una scrittura potente che non nasconde e non perdona i dilemmi che percorrono i credenti