Ultime notizie

giuliana di pillo

  • 06 novembre 2017
    Anche a Ostia sinistra vittima delle sue divisioni

    Notizie

    Anche a Ostia sinistra vittima delle sue divisioni

    È finita come in Sicilia ma a parti invertite: primo il Movimento 5 Stelle, secondo il centrodestra con un candidato proposto da Fratelli d’Italia. La differenza è che a Ostia, il municipio di Roma sciolto per infiltrazioni mafiose nel 2015 e tornato ieri al voto dopo oltre due anni di

    Ostia, al ballottaggio M5S e centrodestra. Astensionismo record

    Notizie

    Ostia, al ballottaggio M5S e centrodestra. Astensionismo record

    Saranno Movimento 5 Stelle e centrodestra a contendersi il posto di presidente del X Municipio di Roma, quello di Ostia (il primo nella storia della Capitale ad essere stato commissariato due anni per mafia) nel ballottaggio del 19 novembre. Con il 100% delle sezioni scrutinate (a nove ore dalla

  • 05 novembre 2017
    Ostia al voto sotto la pioggia, De Luca (Pd): «Seggi inaccessibili»

    Notizie

    Ostia al voto sotto la pioggia, De Luca (Pd): «Seggi inaccessibili»

    Ostia come la Sicilia, almeno nei numeri dell'affluenza. Alle 12 la percentuale degli elettori del Municipio X di Roma, quello del territorio di Ostia che si sono recati alle urne era del 10,89%, praticamente la stessa registrata sull'isola alla stessa ora (10,8%). A intralciare le operazioni di

  • 03 novembre 2017
    Ostia banco di prova per M5S e centrodestra unito

    Notizie

    Ostia banco di prova per M5S e centrodestra unito

    Non solo Sicilia. Domenica si vota anche in un municipio di Roma (il decimo). Un fatto locale a cui va riconosciuta una valenza maggiore se si considerano un paio di circostanze. La prima: gli abitanti dei quartieri interessati, tra cui Ostia, sono 230mila, numero superiore alla popolazione di una

  • 26 agosto 2016
    Roma, ok al recupero delle periferie

    Notizie

    Roma, ok al recupero delle periferie

    Smorza le polemiche interne al Movimento Cinque Stelle sui maxicompensi e sulle nomine: «Mal di pancia nel M5S? Io non l’ho sentito, e nemmeno i cittadini. Noi preferiamo lavorare per Roma». E brandisce l’arma della delibera approvata ieri in giunta - progetti da 56 milioni di euro con cui Roma