Ultime notizie

galan

  • 29 giugno 2017
    Mose, il pm chiede 6 anni per Matteoli e 2 anni e 3 mesi per Orsoni

    Notizie

    Mose, il pm chiede 6 anni per Matteoli e 2 anni e 3 mesi per Orsoni

    Sei anni per l’ex ministro Altero Matteoli, 2 anni e tre mesi per l’ex sindaco di Venezia Giorgio Orsoni. Queste le richieste formulate oggi dai pm Stefano Ancillotto e Stefano Buccini per due degli 8 imputati rimasti nel processo per le tangenti del Mose (gli altri accusati, tra cui Giancarlo

  • 04 aprile 2017
    Miart 2017: nel moderno si torna al figurativo mentre nel contemporaneo si punta all'internazionalità

    Arteconomy

    Miart 2017: nel moderno si torna al figurativo mentre nel contemporaneo si punta all'internazionalità

    Si è tenuta a Milano la 22ª edizione di Miart (31 marzo-2 aprile), la fiera per l'arte moderna e contemporanea diretta quest'anno per la prima volta da Alessandro Rabottini, dopo il passaggio di Vincenzo De Bellis al Walker Art Center di Minneapolis.

  • 28 febbraio 2017
    Il gioco di sponda Bossi-Cavaliere per Zaia leader

    Notizie

    Il gioco di sponda Bossi-Cavaliere per Zaia leader

    Che ci sia un gioco di sponda tra Umberto Bossi e il Cavaliere ormai l’hanno capito tutti. Appena smette il Berlusca di applaudire Luca Zaia leader del Centro-destra, il senatùr attacca il concertino.

  • 16 febbraio 2017
    Che cosa è  rimasto di Tangentopoli?

    Notizie

    Che cosa è rimasto di Tangentopoli?

    «Io dico che in tutta la Sicilia, provincia tanto ricca e antica, con tante città, e tante famiglie tanto ricche, non c’è stato nessun vaso d’argento, alcuno corinzio o delio, nessuna gemma o perla, nessuna cosa fatta di oro o di avorio, nessuna statua di bronzo, di marmo, di avorio, dico di nuovo

  • 05 dicembre 2016
    Se il corruttore svela gli ingranaggi della corruzione

    Commenti e Idee

    Se il corruttore svela gli ingranaggi della corruzione

    La corruzione è «un male gravissimo della nostra società che inquina le fondamenta del vivere civile» e che va «combattuto senza equivoci o timidezze» attraverso «una grande alleanza tra tutti gli strati della società, dalla scuola al mondo economico, dai corpi intermedi alle istituzioni locali».