Ultime notizie

fmi connect

  • 28 giugno 2016
    L’Italia rilancia negli Usa il piano export del food

    Impresa e Territori

    L’Italia rilancia negli Usa il piano export del food

    Oltre 470 punti vendita coinvolti, 150 nuovi fornitori italiani coinvolti con più di 800 prodotti introdotti sugli scaffali e, alla fine, con un balzo delle vendite da parte della grande distribuzione americana che ha raggiunto punte del 45%: è questo il bilancio del primo Piano straordinario per

  • 24 dicembre 2015
    Alimentare spinto dal piano  made in Italy

    Impresa e Territori

    Alimentare spinto dal piano made in Italy

    A 6 mesi dal lancio, l’Ice ha diffuso un primo, parziale, bilancio sull’andamento del “Piano straordinario per la promozione del Made in Italy” agroalimentare

  • 11 dicembre 2015
    Vini e cibo made in Italy: al via negli Usa maxi-piano di promozione da 50 milioni

    Notizie

    Vini e cibo made in Italy: al via negli Usa maxi-piano di promozione da 50 milioni

    È partito negli Stati Uniti il più importante piano di promozione per il settore agroalimentare mai realizzato dal Governo italiano, con un investimento complessivo di circa 50 milioni di euro. Una strategia integrata d’attacco e uno spot su Tv, web e su uno dei più grandi bilboard digitali di Time

  • 13 agosto 2015
    L'alimentare scommette sul mercato americano

    Impresa e Territori

    L'alimentare scommette sul mercato americano

    Siamo il Paese europeo con il maggior numero di prodotti a Denominazione ma non sappiamo come venderli. Ci sarebbero decine di milioni di consumatori nel mondo desiderosi di assaporare le nostre eccellenze agroalimentari, ma non abbiamo i canali commerciali, specie sui mercati lontani, attraverso i

    «Dobbiamo valorizzare le nostre eccellenze»

    Impresa e Territori

    «Dobbiamo valorizzare le nostre eccellenze»

    Il ricco mercato americano nel mirino delle grandi aziende italiane di marca. «Un mercato enorme e interessante anche per molte delle nostre imprese - sostiene Alberto Volpe, direttore del consorzio Italia del Gusto - che non sono molto strutturate in quel Paese. Il mercato a stelle e strisce ha