Ultime notizie

elena loewenthal

  • 28 dicembre 2018
    Le parole di Amos Oz a Elena Loewenthal per i 70 anni dello Stato d’Israele

    Cultura

    Le parole di Amos Oz a Elena Loewenthal per i 70 anni dello Stato d’Israele

    «Lo Stato d'Israele? Aveva ragione Theodor Herzl. È un sogno. Un sogno realizzato. Se non che, l'unico modo perché i sogni restino tali è che non si avverino. Quando succede, un po' di delusione è inevitabile. Per questo Israele non può essere così meraviglioso. Lo ricordo spesso a me stesso e agli

    Amos Oz, grande scrittore e intellettuale impegnato

    Cultura

    Amos Oz, grande scrittore e intellettuale impegnato

    Di scrittori famosi, Israele non fa certo difetto. Né di intellettuali impegnati, capaci di dire la loro e di animare il dibattito politico e culturale, dentro e fuori del Paese. Eppure la scomparsa di Amos Oz, mancato all'età di 79 anni, è di quelle che lasciano uno spazio difficile da sostituire.

  • 14 giugno 2018
    Su IL: l’estate dei mondiali, delle ecovacanze, dei festival, delle sfide elettorali

    Notizie

    Su IL: l’estate dei mondiali, delle ecovacanze, dei festival, delle sfide elettorali

    Russia 2018. Trentadue squadre in 8 gironi per 64 incontri in 12 stadi fino al 15 luglio, giorno della finale. La 21esima edizione dei Campionati Mondiali senza tricolore. Ma che Mondiale è? IL, il maschile del Sole 24 Ore in edicola con il quotidiano da venerdì 15 giugno, consiglia 15 motivi per

  • 02 aprile 2018
    Israele, una federazione di sogni  che si contraddicono a vicenda

    Mondo

    Israele, una federazione di sogni che si contraddicono a vicenda

    Aveva uno sguardo intenso, colmo di una nostalgia indecifrabile. Nel suo ritratto ufficiale, che non ha nulla di solenne ma un che di struggente, è affacciato sul “suo” Danubio. Il profilo dritto, la barba nera e curata, tutto in lui tradisce un'eleganza mitteleuropea che il vento della storia

  • 15 gennaio 2017
    La fede  del partigiano

    Cultura

    La fede del partigiano

    «Ero come un agnello mansueto che viene portato al macello, non sapevo che essi tramavano contro di me, dicendo: “Abbattiamo l’albero nel suo rigoglio, strappiamolo dalla terra dei viventi; il suo nome non sia più ricordato”» (Geremia, 11, 19). Nel giorno di Capodanno del 1942, il versetto biblico