Ultime notizie

dpr 696

  • 06 maggio 2020
    L’acquisto di azioni e obbigazioni non richiede l’invio dei corrispettivi  telematici

    Adempimenti

    L’acquisto di azioni e obbigazioni non richiede l’invio dei corrispettivi telematici

    Si chiede se una società a responsabilità limitata, operante nel settore della consulenza-gestione aziendale che proceda alla compravendita di azioni/obbligazioni/titoli in genere, anche determinando in valore assoluto un volume di affari superiore a quello relativo alla gestione caratteristica, sia esclusa dall’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri a norma del primo comma, lettera a) del decreto 10 maggio 2019, come modificato dal decreto ministeriale 24 dicembre 2019, e, quindi, l’unico adempimento previsto dalle norme fiscali sia la sola registrazione del valore delle singole cessioni nel registro dei corrispettivi senza il rilascio di documenti commerciali/scontrini, memorizzazione e trasmissione telematica dei dati riferiti alle operazioni effettuate.L. V. – Mantova

  • 25 febbraio 2020
    Corrispettivi telematici, invio selettivo per i distributori di carburante

    Adempimenti

    Corrispettivi telematici, invio selettivo per i distributori di carburante

    La circolare 3/E/2020 chiarisce che l’obbligo di memorizzazione e invio dei corrispettivi vale solo per le cessioni di benzina e gasolio destinati a essere utilizzati come carburanti per motori effettuate nei confronti dei consumatori finali secondo una calendarizzazione definita e determinata sulla base dei quantitativi erogati. Niente obbligo per carburanti, diversi da benzina e gasolio, e lubrificanti.

  • 24 febbraio 2020
    Corrispettivi telematici, esoneri a rischio sulle marginalità 2020

    Adempimenti

    Corrispettivi telematici, esoneri a rischio sulle marginalità 2020

    L’esonero non ha, in linea di principio, portata soggettiva ma va ricavato da specifiche disposizioni che riguardano le singole operazioni Iva delle differenti attività poste in essere dai contribuenti

    Corrispettivi, sanzione pesante per chi memorizza e non trasmette i dati

    Adempimenti

    Corrispettivi, sanzione pesante per chi memorizza e non trasmette i dati

    Se i corrispettivi vengono memorizzati (e fatti concorrere regolarmente nella liquidazione periodica Iva) ma non vengono inviati i dati - entro i termini di legge - si applica la sanzione del 100 per cento. In realtà non si realizza alcuna evasione del tributo ma l’inadempimento di una comunicazione che andrebbe punito con sanzione fissa.