Ultime notizie

doris leuthard

  • 21 dicembre 2017
    Svizzera-Ue, spunta la controversia sull’equivalenza borsistica

    Mondo

    Svizzera-Ue, spunta la controversia sull’equivalenza borsistica

    LUGANO – Sale nuovamente la temperatura tra la Svizzera e l’Unione europea. Mentre non sembrano avanzare i negoziati per un nuovo accordo quadro istituzionale tra Berna e Bruxelles, stabilito a suo tempo allo scopo di aggiornare gli Accordi bilaterali tra le due parti, spunta la controversia

  • 22 settembre 2017
    Svizzera, il ticinese Cassis sarà ministro degli Esteri

    Mondo

    Svizzera, il ticinese Cassis sarà ministro degli Esteri

    Il ticinese Ignazio Cassis sarà il ministro svizzero degli Esteri. Eletto in Consiglio federale (il Governo elvetico) due giorni fa dal Parlamento nazionale, Cassis dal primo novembre prossimo sarà al timone della politica estera della Confederazione. Lo indica una nota della Cancelleria federale

  • 11 settembre 2017
    Annunciati i premi Balzan 2017

    Cultura

    Annunciati i premi Balzan 2017

    Aleida e Jan Assmann (Germania) per gli “Studi sulla memoria collettiva', Bina Agarwal (India) per gli 'Studi di genere', James P. Allison e Robert D.Schreiber (Usa) per gli “Approcci immunologici nella terapia del cancro” e Michael Gillon (Belgio) per il “Sistema Planetario solare e gli

  • 21 maggio 2017
    La Svizzera dice addio al nucleare: il sì vince con il 58%. Aumenti in bolletta per le rinnovabili

    Mondo

    La Svizzera dice addio al nucleare: il sì vince con il 58%. Aumenti in bolletta per le rinnovabili

    La Svizzera dice addio, con gradualità, alle centrali nucleari. I cittadini elvetici hanno oggi approvato con un referendum il progressivo abbandono dell'atomo e una politica di promozione delle energie rinnovabili attraverso i sussidi: i sì hanno vinto con il 58,2 per cento. Il popolo svizzero era

  • 15 maggio 2017
    Nasce in Cina una nuova roadmap per la cooperazione internazionale

    Mondo

    Nasce in Cina una nuova roadmap per la cooperazione internazionale

    Pechino - Il vertice politico di Yanqi Lake con 29 tra Capi di Stato e di Governo si chiude con l'individuazione di una strada comune per realizzare la strategia One Belt One Road lanciata quattro anni fa dalla Cina. Per l'Italia del premier Paolo Gentiloni lo snodo vero sta nei tre punti chiave