Ultime notizie

christopher wool

  • 29 luglio 2019
    Il fenomeno Simone Leigh: tra Whitney Biennale, Guggenheim e High Line

    Arteconomy

    Il fenomeno Simone Leigh: tra Whitney Biennale, Guggenheim e High Line

    La popolarità dell'artista americana Simone Leigh è alle stelle, a New York non si parla d'altro, e la sensazione è che non si tratti di una moda, ma di una correzione del sistema nei confronti di un'artista eccellente, sostenuta per anni dalla critica e adesso anche dal mercato del collezionismo.

  • 17 giugno 2019
    Ad Art Basel acquisti milionari

    Arteconomy

    Ad Art Basel acquisti milionari

    La 50ª edizione di Art Basela Basilea ha chiuso le porte domenica 16 giugno con un bilancio di 93.000 visitatori, collezionisti da 80 paesi e più di 400 rappresentanti di musei internazionali (13-16 giugno 2019). La qualità dell'offerta si conferma sempre elevata e le gallerie si sono dichiarate

  • 17 maggio 2019
    Bacon e l’Espressionismo Astratto guidano l'asta di contemporaneo

    Arteconomy

    Bacon e l’Espressionismo Astratto guidano l'asta di contemporaneo

    La settimana di aste serali a New York si è conclusa con il catalogo di proposto da Sotheby's il 16 maggio, grazie a 56 lotti venduti sui 63 proposti, pari all'89% per numero e un ricavo di 342 milioni di $, di cui 100 concentrati nei primi due lotti passati di mano a 50 milioni l'uno.

  • 16 novembre 2018
    Serata di record per l’arte contemporanea da Christie’s New York

    Arteconomy

    Serata di record per l’arte contemporanea da Christie’s New York

    Serata di record per l'arte del dopoguerra e contemporanea daChristie's New York il 15 novembre: grazie ai 90 milioni pagati per un lavoro di David Hockney, i 51 lotti proposti (sette invenduti) hanno portato un ricavo complessivo di 357,6 milioni di $, al centro della stima pre-asta di 314-410

    Risultati altalenanti per l’arte del ‘900 da Phillips New York

    Arteconomy

    Risultati altalenanti per l’arte del ‘900 da Phillips New York

    Il catalogo di 38 lotti d'arte del XX secolo e contemporanea proposti da Phillips nel tardo pomeriggio del 15 novembre a New York (originariamente 41, tre i ritiri prima dell'asta), ha visto sei lotti invenduti pari all’82% di venduto per numero, ma solo il 71% per valore, per un ricavo totale di