Ultime notizie

Charles Wyplosz

  • 16 maggio 2018
    Perché è impossibile per la Bce «cancellare» 250 miliardi di BTp

    Mondo

    Perché è impossibile per la Bce «cancellare» 250 miliardi di BTp

    L’indiscrezione è stata smentita. Non perché fosse falsa, ma perché «superata». È indubbio però che la vecchia bozza di programma M5s-Lega conteneva quella richiesta incredibile: la cancellazione di 250 miliardi di euro di titoli di Stato detenuti dalla Banca centrale europea. Una proposta che

  • 23 febbraio 2018
    Il tempo  ha avuto più valore del denaro

    Commenti e Idee

    Il tempo ha avuto più valore del denaro

    Il termine «flessibilità» non è normalmente associato ai tedeschi. Ma quando si parla di lavoro e relazioni industriali la Germania ha in realtà molto da insegnare al resto d’Europa: la flessibilità diventa modus vivendi e attitudine comportamentale, capace di produrre un circolo virtuoso tra

  • 12 gennaio 2018
    Da Moneygram ai T-Bond: la «guerra fredda» Usa-Cina sempre più calda

    Mondo

    Da Moneygram ai T-Bond: la «guerra fredda» Usa-Cina sempre più calda

    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. Non sappiamo se a Pechino conoscono il John Belushi di “Animal House”, ma quello che mercoledì è andato in scena sui mercati - facendo colare a picco i prezzi dei titoli di Stato statunitensi e mandando i tassi del decennale ai massimi da

  • 13 settembre 2017
    Il surplus tedesco, il bene dell’Europa e quello di Berlino

    Notizie

    Il surplus tedesco, il bene dell’Europa e quello di Berlino

    L’enorme e persistente surplus delle partite correnti della bilancia dei pagamenti della Germania non è stato menzionato nel recente dibattito elettorale tra la cancelliera Angela Merkel e Martin Schulz del Partito socialdemocratico. Tale assenza non ha probabilmente turbato i tedeschi, ma per

  • 20 luglio 2017
    Macron bocciato in macroeconomia

    Commenti e Idee

    Macron bocciato in macroeconomia

    Emmanuel Macron è in un periodo fortunato. Nell’arco di un anno, è passato da politico inesperto e sfavorito, senza alcun sostegno da parte dell’establishment, a Presidente della Repubblica francese e leader di un partito politico appena creato, con un’impressionante maggioranza parlamentare. Può