Ultime notizie

Carmela Palumbo

  • 11 ottobre 2019
    Istituti tecnici di ragioneria: una rete per il rilancio

    Scuola

    Istituti tecnici di ragioneria: una rete per il rilancio

    Nei prossimi cinque anni dagli ex istituti tecnici commerciali per “ragionieri” (oggi denominati “Amministrazione, finanza, marketing”) usciranno oltre 250mila diplomati. Un numero esiguo; e soprattutto destinato a ridursi, complice il continuo calo delle iscrizioni. Una “carenza di talenti” vera e

    Istituti tecnici di ragioneria: una rete per il rilancio

    Scuola

    Istituti tecnici di ragioneria: una rete per il rilancio

    Nei prossimi 5 anni dagli ex istituti tecnici commerciali per “ragionieri” (oggi denominati «Amministrazione, finanza, marketing») usciranno oltre 250mila diplomati. Un numero esiguo, destinato a ridursi, complice il continuo calo delle iscrizioni, e che penalizza le aziende. «A Milano è già caccia

  • 08 ottobre 2019
    Its, eccellenza ancora di nicchia: 82% di occupati ma 2% di studenti

    Norme e Tributi

    Its, eccellenza ancora di nicchia: 82% di occupati ma 2% di studenti

    L'Italia dell'istruzione ha una piccola eccellenza, ma ancora troppo di nicchia: gli Istituti tecnici superiori (Its) possono, infatti, vantare un tasso di occupazione dell'82% tra i propri diplomati. Giovedì con Il Sole 24 Ore è in arrivo una guida con la mappa completa dei corsi.

  • 04 ottobre 2019
    Its, eccellenza ancora di nicchia: 82% di occupati ma 2% di studenti

    Scuola

    Its, eccellenza ancora di nicchia: 82% di occupati ma 2% di studenti

    L’Italia dell’istruzione vanta una piccola eccellenza ancora troppo di nicchia: gli Istituti tecnici superiori (Its). Le nostre scuole di tecnologia post diploma che, a dieci anni dalla nascita, continuano a registrare tanti occupati e pochi studenti.

  • 19 giugno 2019
    Maturità 2019, come funziona la seconda prova con un mix fra due materie

    Norme e Tributi

    Maturità 2019, come funziona la seconda prova con un mix fra due materie

    L’importante novità della seconda prova scritta dell’esame di Stato, introdotta dal decreto legislativo 62/2017, consiste nel fatto che essa può riguardare «una o più» materie che caratterizzano ciascun percorso di studi e non una sola, come è stato fino allo scorso anno scolastico.Al riguardo si