Ultime notizie

Carlo Milani

  • 02 maggio 2021

    RadioProgramma

    Si può fare e basta

    Voci da un mondo possibile...

  • 07 gennaio 2019
    Brexit, si decide il 15 gennaio. Per la Ue un 2019 ad alta incertezza

    Mondo

    Brexit, si decide il 15 gennaio. Per la Ue un 2019 ad alta incertezza

    Il primo momento della verità per l’Europa nel 2019 è fissato per il 15 gennaio. Secondo la Bbc, che cita fonti del governo di Londra, martedì prossimo i parlamentari britannici voteranno l’accordo siglato a novembre dopo quasi due anni di negoziati che pone le basi per un divorzio consensuale con

  • 26 febbraio 2018
    Eurozona, la fiducia ritrovata dopo la grande crisi ora cerca  conferme

    Notizie

    Eurozona, la fiducia ritrovata dopo la grande crisi ora cerca conferme

    Le brutte notizie sono più dirompenti, quelle belle arrivano piano piano e hanno bisogno di continue conferme. Succede nella vita, ma anche nell’economia. Così dopo anni di profondo rosso gli indici di fiducia che misurano l’umore di consumatori e imprese nei big dell’Eurozona nel 2017 hanno

  • 06 febbraio 2018
    Una  Grecia ferita vede dopo 8 anni la fine del tunnel

    Commenti e Idee

    Una Grecia ferita vede dopo 8 anni la fine del tunnel

    Si avvicina l’ultimo atto del programma di salvataggio della Grecia. Il prossimo a entrare nuovamente in scena sarà il Fondo salva-Stati. Nella seconda metà di febbraio, salvo sorprese, l’Esm dovrà staccare un assegno da 5,7 miliardi alla Grecia, parte della quarta tranche del piano di aiuti. Un

  • 05 febbraio 2018
    Grecia più vicina al traguardo

    Commenti e Idee

    Grecia più vicina al traguardo

    Si avvicina l’ultimo atto del programma di salvataggio della Grecia. Il prossimo a entrare nuovamente in scena sarà il Fondo salva-Stati. Nella seconda metà di febbraio, salvo sorprese, l’Esm dovrà staccare un assegno da 5,7 miliardi alla Grecia, parte della quarta tranche del piano di aiuti. Un

  • 18 dicembre 2017
    «Bazooka» a raggio ridotto

    Commenti e Idee

    «Bazooka» a raggio ridotto

    A partire da gennaio si ridurrà il ritmo del Quantitative easing, ovvero l’acquisto di titoli da parte della Banca centrale europea. Non più 60 miliardi,ma 30 miliardi al mese. La misura, che è stata ribattezzata «bazooka» , è stata introdotta nel marzo 2015 per dare impulso all’economia reale e

    Europa 2018:  tre dossier  ad alto impatto

    Commenti e Idee

    Europa 2018: tre dossier ad alto impatto

    La riduzione della potenza di fuoco del «bazooka», il programma di acquisto di titoli da parte della Bce. Il prossimo bilancio pluriennale della Ue a Ventisette dopo la Brexit, con le ricadute sulla politica di coesione. Ma anche la gestione dei migranti alla ricerca di una maggiore condivisione

  • 16 ottobre 2017
    In  Francia e Germania la «manovra» punta sugli investimenti

    Mondo

    In Francia e Germania la «manovra» punta sugli investimenti

    Infrastrutture digitali, trasporti, ambiente e innovazione. In attesa della legge di Bilancio italiana nelle manovre per il 2018 Francia e Germania giocano la carta degli investimenti per dare manforte alla ripresa dell’economia.

    I big Ue giocano la carta degli investimenti

    Mondo

    I big Ue giocano la carta degli investimenti

    Infrastrutture digitali, trasporti, ambiente e innovazione. In attesa della legge di Bilancio italiana nelle manovre per il 2018 Francia e Germania giocano la carta degli investimenti per dare manforte alla ripresa dell’economia.

  • 09 ottobre 2017
    Dai  mutui agli Npl, trappola  del debito per le famiglie  Ue

    Mondo

    Dai mutui agli Npl, trappola del debito per le famiglie Ue

    Per una volta l’Italia fa meglio della Germania e si distingue dal resto della Zona euro, almeno in apparenza. Stiamo parlando del debito delle famiglie rispetto al Pil che oggi, secondo gli ultimi dati confrontabili, vale circa il 42% contro il 53% di quello tedesco e poco meno del 60% dell’area

  • 03 giugno 2017
    Il mito dell'austerità - Una patrimoniale per il debito

    RadioProgramma

    Il mito dell'austerità - Una patrimoniale per il debito

    La crisi del 2008 ha ridato dignità all'intervento dello Stato in economia. Da lì in poi tutti i partiti hanno (ri)cominciato...

  • 15 maggio 2017
    Rigore ma con giudizio: i piani economici dei 4 Grandi Ue

    Notizie

    Rigore ma con giudizio: i piani economici dei 4 Grandi Ue

    Rigore sì, ma con giudizio. E sempre più spazio a misure per rilanciare la crescita e gli investimenti. È questo il filo rosso che unisce i documenti inviati a Bruxelles da Italia, Francia, Germania e Spagna. La Commissione Ue sta passando ai raggi X i Def e i Programmi nazionali di riforma in

  • 15 marzo 2017
    Rivoluzione e-banking, tanto per (non) cambiare l'Italia è in forte ritardo

    Tecnologie

    Rivoluzione e-banking, tanto per (non) cambiare l'Italia è in forte ritardo

    Una maggiore digitalizzazione dei rapporti con la clientela famiglie potrebbe regalare una bella boccata d’ossigeno ai disastrati conti economici degli istituti di credito. Alcune stime econometriche mostrano infatti come l'internet banking consenta di aumentare l'efficienza, ovvero di ridurre

  • 06 febbraio 2017
    La ripresa a singhiozzo dell’Eurozona

    Mondo

    La ripresa a singhiozzo dell’Eurozona

    Il “sorpasso” sugli Usa, con un Pil in crescita dell’1,7% nel 2016, la disoccupazione ancora elevata ma al livello più basso dal 2009, la fiducia di consumatori e imprese in recupero. E i prezzi al consumo che rialzano la testa ma appaiono (per ora) sotto controllo. Qualcosa, insomma, timidamente

  • 14 gennaio 2017
    Level 3: quei titoli illiquidi senza valore certo nei bilanci

    Finanza e Mercati

    Level 3: quei titoli illiquidi senza valore certo nei bilanci

    Quando nel 2014 la Bce e l’Autorità bancaria europea fecero il primo screening ai bilanci dei 130 maggiori istituti di credito del Vecchio continente, si capì subito da che parte pendeva il baricentro della nascente Unione bancaria europea. Verso Nord. E verso la Germania.

  • 02 gennaio 2017
    Crescita, banche, migranti: le dieci sfide per l’Europa nel 2017

    Mondo

    Crescita, banche, migranti: le dieci sfide per l’Europa nel 2017

    Compirà 60 anni il 25 marzo con l’anniversario del Trattato di Roma, ma non ci sarà molto da festeggiare. Per una strana ironia della sorte il 2017 sarà per l’Unione europea (che nel 1957 si chiamava Cee) l’anno delle sfide e degli interrogativi, con una serie di appuntamenti cruciali che

  • 28 novembre 2016
    Sei incognite sull’addio di Londra alla Ue

    Mondo

    Sei incognite sull’addio di Londra alla Ue

    Si chiama Lord David Neuberger of Abbotsbury e su di lui sono puntati gli occhi della Gran Bretagna e delle capitali europee. Insieme agli altri dieci giuristi della Corte suprema che presiede dovrà infatti stabilire, una volta per tutte, se il governo di Londra potrà avviare la pratica di divorzio

  • 10 ottobre 2016
    Dalla Grecia alla Spagna, l’amara medicina dei salvataggi

    Commenti e Idee

    Dalla Grecia alla Spagna, l’amara medicina dei salvataggi

    La Grecia torna sotto i riflettori. Nella riunione di oggi in Lussemburgo l’Eurogruppo valuterà i progressi compiuti da Atene per staccare un nuovo assegno da 2,8 miliardi (1,1 a ottobre e 1,7 a novembre) nell’ambito del terzo piano di salvataggio da 86 miliardi. Il focus dei 19 ministri delle

  • 03 ottobre 2016
    Budget al bivio tra rigore e crescita

    Mondo

    Budget al bivio tra rigore e crescita

    Il filo rosso, almeno sulla carta, è l’intenzione di alleggerire il carico fiscale. Poi, però, ciascuno dei big è pronto a fare la sua gara, con un occhio alla politica interna e a Bruxelles. La Germania promette rigore prima di tutto, con una manovra annunciata a luglio «senza nuovo

  • 17 settembre 2016
    Credito: meno sofferenze, più impieghi