Ultime notizie

Bernardo Petralia

  • 23 ottobre 2020
    La Costituzione spiegata dai notai ai detenuti in uno spettacolo teatrale

    Norme e Tributi

    La Costituzione spiegata dai notai ai detenuti in uno spettacolo teatrale

    Non solo la spiegazione degli articoli principali, ma una narrazione supportata da contributi audio e video, un progetto dall’alto valore formativo e divulgativo

  • 21 dicembre 2017
    Da Panama alla Florida, sequestrato il tesoro dell’armatore Matacena latitante a Dubai

    Notizie

    Da Panama alla Florida, sequestrato il tesoro dell’armatore Matacena latitante a Dubai

    Latitante in presunta povertà (ma a Dubai), ex parlamentare e condannato in via definitiva per concorso esterno alla mafia: l'armatore Amadeo Matacena da oggi avrà un motivo in più per cercare un lavoro con cui mantenersi a Dubai.La Dia di Reggio Calabria sta infatti procedendo al sequestro e

  • 03 febbraio 2017
    Sequestro di beni a imprenditori «amici» di Messina Denaro

    Notizie

    Sequestro di beni a imprenditori «amici» di Messina Denaro

    Il «cappio» intorno al collo di Matteo Messina Denaro è sempre più stretto ma per «asfissia» rischia di morire solo la sua cerchia di potere. Lui - probabilmente con una identità ancora una volta ritoccata ed elastico vivente tra Trapani e il mondo - non cade nella rete della Giustizia. Troppo

  • 28 novembre 2016
    Mafia, amministrazione giudiziaria per la Bcc di Paceco

    Notizie

    Mafia, amministrazione giudiziaria per la Bcc di Paceco

    Porta il nome dell’intellettuale e senatore Pietro Grammatico, ma la Bcc di Paceco in provincia di Trapani era una banca al servizio della mafia. Quella che fa capo a Matteo Messina Denaro, il latitante che continua a controllare il territorio della Sicilia occidentale. Almeno così la pensano i

  • 26 novembre 2016
    M5S, firme false: iniziati gli interrogatori a Palermo

    Notizie

    M5S, firme false: iniziati gli interrogatori a Palermo

    Sono iniziati gli interrogatori in Procura, a Palermo, degli indagati per il caso delle “firme false” del M5S alle Comunarie del 2012. Nella stanza del procuratore aggiunto Bernardo Petralia, assieme al pm Claudia Ferrari, è stata sentita l’ex attivista Alice Pantaleone, che ha dichiarato di non

  • 23 novembre 2016
    M5S, firme irregolari: 4 indagati a Bologna. Dieci avvisi di garanzia   a Palermo

    Notizie

    M5S, firme irregolari: 4 indagati a Bologna. Dieci avvisi di garanzia a Palermo

    Come a Palermo, anche a Bologna ci sono degli indagati per presunte irregolarità nella raccolta firme a sostegno del Movimento 5 Stelle. Si tratta di un'inchiesta che ipotizza a carico di quattro persone la violazione della legge elettorale in occasione delle Regionali 2014, un fascicolo nato da un

  • 19 novembre 2016
    Firme false, linea dura di Grillo

    Notizie

    Firme false, linea dura di Grillo

    La speranza era quella di tenere un basso profilo almeno fino al referendum e poi risolvere il pasticcio siciliano. Ma l’accelerazione della procura di Palermo sulla vicenda delle firme false per la lista M5S alle comunali del 2012 e l’approdo domenica a Messina del “trenotour” per il no al

  • 18 novembre 2016
    M5S, blog Grillo: «Gli indagati nell’inchiesta di Palermo si sospendano immediatamente»

    Notizie

    M5S, blog Grillo: «Gli indagati nell’inchiesta di Palermo si sospendano immediatamente»

    «Chiediamo a tutti gli indagati nell’inchiesta di Palermo di sospendersi immediatamente dal Movimento 5 Stelle non appena verranno a conoscenza dell’indagine nei loro confronti a tutela dell’immagine del Movimento e di tutti i suoi iscritti». La richiesta è apparsa oggi sul blog di Beppe Grillo in

  • 03 novembre 2016
    Mercati ortofrutticoli: colpo all’asse Cosa Nostra-Casalesi

    Notizie

    Mercati ortofrutticoli: colpo all’asse Cosa Nostra-Casalesi

    I mercati ortofrutticoli sono una miniera d'oro per le mafie e, quando si mettono insieme, ancor di più.L'ennesima conferma viene da Trapani – regno del boss misteriosamente latitante da 23 anni Matteo Messina Denaro – dove la Direzione investigativa antimafia (Dia) guidata dal colonnello Rocco

  • 05 febbraio 2015
    Colpo grosso della Dia ad Agrigento contro i fratelli Agrò

    Notizie

    Colpo grosso della Dia ad Agrigento contro i fratelli Agrò

    Con una splendida perifrasi la Direzione investigativa antimafia (Dia) di Agrigento (il capo centro della Dia da cui dipendono le sezioni di Trapani ed Agrigento è il colonnello Riccardo Sciuto), nel presentare la confisca da 54 milioni effettuata il 27 gennaio ai danni dei fratelli Diego e Ignazio