Ultime notizie

Alexander Stubb

  • 08 maggio 2015
    Finlandia verso un governo di coalizione con gli euroscettici

    Mondo

    Finlandia verso un governo di coalizione con gli euroscettici

    Per il premier in pectore della Finlandia, l’imprenditore Juha Sipilä, il dado è tratto: si prepara a governare con il Partito dei finlandesi di Timo Soini, che diventerebbe così il secondo movimento euroscettico a entrare in una compagine di governo in Scandinavia, dopo il Partito del progresso in

  • 19 aprile 2015
    Finlandia, sconfitto il premier Stubb. Si profila un governo euroscettico

    Mondo

    Finlandia, sconfitto il premier Stubb. Si profila un governo euroscettico

    Il governo finlandese di grande coalizione paga il pedaggio politico di tre anni di recessione e di un innegabile declino, uscendo sconfitto dalle elezioni di ieri. Gli subentrerà un nuovo esecutivo, ancora da definire, guidato dall'imprenditore miliardario Juha Sipila, leader del Partito di

  • 18 aprile 2015
    Due ombre sul voto finlandese:  la crisi economica e la Russia

    Mondo

    Due ombre sul voto finlandese: la crisi economica e la Russia

    La dea Nemesi ha da fare a Helsinki. Dove quattro anni fa Timo Soini, leader euroscettico del partito I Finnici, rinunciò alla coalizione di governo pur di non approvare il secondo piano di salvataggio per la Grecia. Stare all’opposizione non gli ha fatto cambiare idea: ora che si avvicina alle

  • 12 febbraio 2015
    Grecia, intesa al vertice Ue: al via i colloqui tecnici. Bce aumenta la liquidità

    Notizie

    Grecia, intesa al vertice Ue: al via i colloqui tecnici. Bce aumenta la liquidità

    Prima schiarita tra Grecia ed Europa. Il premier greco Alexis Tsipras e il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem hanno raggiunto un accordo per avviare un dialogo tra tecnici Ue, Fmi, Bce e greci che studino le distanze che separano l'attuale programma e le richieste greche. Una prima

  • 27 gennaio 2015
    Europa pronta a discutere, «ma niente tagli»

    Notizie

    Europa pronta a discutere, «ma niente tagli»

    Eurogruppo riunito con Juncker, Draghi e Tusk: no a riduzione del debito, solo scadenze più lunghe