Ultime notizie

Albino Leonardi

  • 29 giugno 2021
    Non serve un altro codice Ateco per la vendita non abituale dell’immobile

    Adempimenti

    Non serve un altro codice Ateco per la vendita non abituale dell’immobile

    Una Srl di compravendita di immobili propri (Ateco 68.1) intende proporre in vendita un proprio immobile merce abitativo dopo averlo completamente dotato di nuovi arredi. Alla luce anche della recente risoluzione 25/E del 14 aprile 2021 dell’agenzia delle Entrate, la vendita degli arredi si configura, ai fini Iva, come una cessione distinta da quella dell’immobile; pertanto, si ritiene di procedere con l’operazione di cessione dell’immobile esente Iva, mentre assoggettare a Iva, con l’aliquota del 22%, la cessione degli arredi precedentemente acquistati assolvendo cioè l’Iva con aliquota ordinaria. Tuttavia, si chiede se, per la cessione degli arredi, la società debba aprire uno specifico codice attività economica (esempio, codice 47.59.20 commercio al dettaglio di mobili per la casa) ed essere quindi soggetta ai relativi adempimenti richiesti dal Comune, quali, ad esempio, la agibilità di un punto vendita, non strettamente inerenti con il caso in esame.D. B. – Ferrara

  • 14 giugno 2021
    Deducibili al 50% i costi dell’immobile promiscuo del professionista, per l’Iva  necessario il calcolo analitico

    Imposte

    Deducibili al 50% i costi dell’immobile promiscuo del professionista, per l’Iva necessario il calcolo analitico

    Si parla spesso del prossimo debutto della precompilata Iva. Le fatture dei professionisti per costi promiscui (si pensi ad uno studio professionale all’interno di una abitazione) come vanno trattati ai fini dei redditi e dell’Iva considerato che spesso le utenze sono di natura privatistica (i contratti cioè sono stipulati con il solo codice fiscale)? Tra queste soluzione qua è quella corretta?1) Registrazione della fattura cartacea con Iva indetraibile 100% e costo deducibile al 50%;2) registrazione dell’importo della fattura come costo senza la rilevazione ai fini Iva;3) non è possibile con l’introduzione della fattura elettronica alcuna registrazione e quindi alcuna detraibilità e deducibilità non transitando la fattura dallo Sdi.C. F. - Messina

  • 03 marzo 2021
    Il revisore risponde per le fatture false della società se queste causano un  errore significativo non segnalato

    Professione

    Il revisore risponde per le fatture false della società se queste causano un errore significativo non segnalato

    Nella revisione di una società, il revisore legale è responsabile qualora non abbia individuato fatture false?R. B. – Vicenza

  • 03 marzo 2020
    Le scuole dell’infanzia devono emettere fattura se i genitori lo richiedono

    Adempimenti

    Le scuole dell’infanzia devono emettere fattura se i genitori lo richiedono

    Le scuole dell’infanzia (da 3 a 6 anni) private paritarie riscuotono rette mensilmente per i servizi di assistenza all’infanzia, oltre a contributi statali e comunali. In quali casi è obbligatoria l’emissione di fatture nei confronti dei genitori dei bambini? P. C. – Modena

  • 03 febbraio 2020
    Fatture con conservazione cartacea solo dopo la scansione

    Adempimenti

    Fatture con conservazione cartacea solo dopo la scansione

    È possibile continuare ad optare per la conservazione cartacea delle fatture di acquisto e vendita o esiste l’obbligo di conservazione sostitutiva delle fatture elettroniche?R.B.- Treviso

  • 29 gennaio 2020
    Il passaggio dalla co-amministrazione della Srl alla guida unica possibile con  delibera

    Contabilità

    Il passaggio dalla co-amministrazione della Srl alla guida unica possibile con delibera

    Una Srl è amministrata da due amministratori eletti a tempo indeterminato che agiscono per alcune materie disgiuntamente mentre per altre congiuntamente. È sorto un insanabile dissidio tra i due amministratori al punto tale da rendere troppo complicata/impossibile la amministrazione della società con grave danno alla stessa. È ritenuta legittima una deliberazione assembleare che, per tutelare gli interessi della società , decida di modificare ai sensi del proprio statuto il tipo di governance scegliendo e nominando un amministratore unico?L.L. – Rovigo

    L’affitto delle case della Sas può essere prestazione di servizi o gestione  immobiliare

    Imposte

    L’affitto delle case della Sas può essere prestazione di servizi o gestione immobiliare

    La nostra società di persone (Sas) possiede due immobili a uso abitativo in Sardegna. Vorremmo affittarli per brevi periodi (inferiori, quindi, a 30 giorni) dandoli in gestione a una società terza. La fattura di vendita del servizio a chi deve essere intestata? Al turista direttamente o alla società che gestisce l’affitto? Quest’ultima emette già fattura per competenze di gestione come intermediario tra il turista e la nostra società.

  • 20 dicembre 2019
    L’attività di revisore non prevede l’istituzione di un libro verbali

    Contabilità

    L’attività di revisore non prevede l’istituzione di un libro verbali

    Alla luce della modifica dell’articolo 2477 del Codice civile, con l’obbligo di nomina del revisore legale è obbligatorio istituire il registro del revisore? Se sì,deve essere vidimato?Se non obbligatorio, comunque, si chiede se è opportuno istituirlo su base volontaria per l’annotazione delle verifiche periodiche del revisore legale.C. C. - Sondrio

  • 14 dicembre 2019
    Il registratore di cassa recente può essere adeguato per l’invio dei  corrispettivi

    Adempimenti

    Il registratore di cassa recente può essere adeguato per l’invio dei corrispettivi

    Con l’invio dei corrispettivi telematici, che entrerà in vigore per tutti il prossimo 1° gennaio 2020, è obbligatoria l’installazione di un registratore di cassa, che permetta l’invio giornaliero dei corrispettivi all’agenzia delle Entrate, oppure è possibile utilizzare il sistema di invio messo a disposizione dall’Agenzia stessa, evitando quindi di sostituire il registratore di cassa?D. C. – Caivano (NA)

  • 10 dicembre 2019
    La strada della trasformazione dopo il recesso dell’accomandatario

    Contabilità

    La strada della trasformazione dopo il recesso dell’accomandatario

    In una società in accomandita semplice, con socio accomandante Srl, il socio accomandatario persona fisica ha presentato recesso con raccomandata. La Srl accomandante superstite non è intenzionata a ricostituire la pluralità dei soci. È ammessa la prosecuzione della Srl superstite nell’esercizio dell’attività al pari del socio superstite persona fisica che prosegua l’attività nella veste di ditta individuale? Anche nella fattispecie lo scioglimento della società non dà luogo ad alcuna alcuna emersione di plusvalenza imponibile in relazione ai beni oggetto dell’attività d’impresa?

  • 20 novembre 2019
    Nota di variazione senza recupero dell’Iva originariamente addebitata

    Adempimenti

    Nota di variazione senza recupero dell’Iva originariamente addebitata

    Una ditta di manutenzione giardini ha emesso a un cliente una fattura nel 2015. Il cliente ha provveduto solo nel 2019 a saldare, ma ha saldato solo l’imponibile. A seguito di accordi col cliente, la ditta di manutenzione giardini ha deciso di emettere una nota di credito a storno dell’Iva, per chiudere il tutto. È corretto emetterla ex articolo 26 del Dpr 633/1972?

  • 16 novembre 2019
    Il consorzio non è soggetto ai nuovi obblighi di controllo previsti per le Srl

    Adempimenti

    Il consorzio non è soggetto ai nuovi obblighi di controllo previsti per le Srl

    Il Dl 32/2019 convertito nella legge 55/2019, ha fissato i nuovi limiti per la nomina dell’organo di controllo nelle società a responsabilità limitata. Si chiede se tale disposizione di legge coinvolge anche i Consorzi con attività esterna ? F.B. Jesi

  • 08 novembre 2019
    Nella Srl vigilanza e revisione possono essere affidate ad un unico soggetto

    Adempimenti

    Nella Srl vigilanza e revisione possono essere affidate ad un unico soggetto

    Una Srl immobiliare ha superato per due esercizi consecutivi i limiti previsti dal dall'articolo 2477 del Codice civile. La Srl potrebbe nominare l’organo di controllo senza la funzione della revisione legale dei conti?D.S. – Bergamo

  • 30 ottobre 2019
    Forfettari, fattura semplificata anche senza codice fiscale del cliente

    Adempimenti

    Forfettari, fattura semplificata anche senza codice fiscale del cliente

    Un forfettario che dal 1° gennaio 2020 intende emettere fattura semplificata in caso di cliente “privato” può essere indicato in fattura nome, cognome e residenza senza indicare il codice fiscale? Visto che l’articolo 21-bis del Dpr 633/1972 alla lettera e) prevede l’indicazione dei dati (nome, cognome e residenza) in alternativa all’indicazione del codice fiscale.

  • 26 ottobre 2019
    Applicabile la cedolare secca all’appartamento affittato a studenti

    Adempimenti

    Applicabile la cedolare secca all’appartamento affittato a studenti

    Vorrei sapere se per l’affitto di un appartamento a studenti universitari è possibile optare per la cedolare secca.A.L. – Taranto

  • 13 settembre 2019
    Nella fattura elettronica differita va indicata la data dell’operazione

    Adempimenti

    Nella fattura elettronica differita va indicata la data dell’operazione

    Un commerciante al minuto, quando il cliente (solitamente soggetto passivo Iva e raramente privato) in luogo dello scontrino chiede la fattura, procede emettendo un documento di trasporto cartaceo integrato del corrispettivo comprensivo di Iva (senza quindi emettere scontrino fiscale o ricevuta fiscale) e procedendo a fine mese alla fatturazione differita dei documenti di trasporto emessi. I corrispettivi certificati con scontrino fiscale vengono riportati sul registro dei corrispettivi, mentre le fatture differite vengono riepilogate sul registro delle fatture di vendita. Si chiede se tale procedura, mantenuta in essere anche con l’avvento della fatturazione elettronica, possa essere mantenuta anche con l’obbligo dal 1° luglio 2019 dei corrispettivi telematici.B.P. – Prato

  • 20 luglio 2019
    Obbligo del collegio sindacale per la Srl, il totale ricavi è la voce A del  conto economico

    Contabilità

    Obbligo del collegio sindacale per la Srl, il totale ricavi è la voce A del conto economico

    Per una Srl che svolge l’attività di distribuzione al dettaglio di carburante, ai fini dell’importo dei ricavi da prendere in considerazione per la nomina del collegio sindacale, occorre tener presente la voce A1 del bilancio o i ricavi al netto del costo di acquisto dei carburanti come avviene per l’obbligatorietà del regime di contabilità ordinaria?F.T. – Chieti

  • 09 luglio 2019
    Fatture cartacee, così il trasferimento su supporto informatico

    Adempimenti

    Fatture cartacee, così il trasferimento su supporto informatico

    Nell’ipotesi in cui vengono annotate sullo stesso registro Iva acquisti, sia fatture elettroniche che fatture analogiche (esempio, fattura di acquisto da forfettari, bollette doganali, ma anche documenti che non sono fatture, ma che per i semplificati devono essere registrate sempre sul registro Iva acquisti, esempio, ricevute di affitto, retribuzioni eccetera) sono obbligato ad effettuare la conservazione sostitutiva (elettronica) anche dei documenti in formato analogico?

  • 09 maggio 2019
    C’è tempo fino al 16 dicembre per nominare il revisore nelle Srl

    Contabilità

    C’è tempo fino al 16 dicembre per nominare il revisore nelle Srl

    In tema di nuovi controlli per le società di capitali in vigore per quest’anno, si chiede alle aziende di visionare lo statuto per capire se bisogna adeguarlo o meno, in virtù di norme che prevedono l’adozione dell’organo di controllo come prevede l’articolo 244, comma 1, Codice civile. A questo proposito, si chiede entro che termine va adeguato lo statuto quando non prevede tale organo e come verificare tale rispetto della normativa per le Srls che si costituiscono solo con atto costitutivo e senza statuto. Come si può verificare il rispetto delle nuove normative in tema di controllo e capire se si deve fare qualche adeguamento come previsto dalla legge in materia?C.V. – Teverola CE

  • 04 gennaio 2019
    Sì alla fattura differita per ogni tipologia di servizio

    Adempimenti

    Sì alla fattura differita per ogni tipologia di servizio

    Posso emettere per uno stesso cliente e per la stessa tipologia di servizio più di una fattura differita oppure devo inderogabilmente emettere una sola? Posso emettere per lo stesso cliente una fattura differita per ogni tipologia di servizio?