Ultime notizie:

Sylvie Goulard

    Da Macron ai Big tech, il programma e gli ostacoli di Margrethe Vestager

    Il titolare dell'Eliseo, artefice del compromesso che ha portato alla nascita stessa della commissione von der Leyen, ha incassato la bocciatura della candidata per il Mercato interno Sylvie Goulard. Goulard avrebbe potuto incalzare Vestager su alcune scelte di politica industriale.

    – di Alberto Magnani

    Cosa sta succedendo nella Commissione Ue di Ursula von der Leyen?

    Salvo sorprese, la Commissione dovrebbe entrare in carica il 1 dicembre. L'esecutivo ha sbloccato la trafila delle audizioni del Parlamento, dopo tre bocciature e varie polemiche. Ma gli ostacoli sono appena iniziati

    – di Alberto Magnani

    Commissione Ue, settimana decisiva. Lo spettro di un altro rinvio

    Giovedì le audizioni dei commissari che sostituiscono i tre bocciati dal Parlamento. Il più a rischio è il francese Breton. Inoltre, quasi certamente il Regno Unito dovrà nominare un suo rappresentante, fino a quando Brexit non sarà compiuta. Si fa strada il rischio di un ulteriore rinvio a febbraio 2020 per l'insediamento del nuovo esecutivo europeo

    – di Giuseppe Chiellino

    Il commissario francese - Quando il pantouflage solleva dubbi in Europa

    La presidente eletta della Commissione europea Ursula von der Leyen deciderà presumibilmente questa settimana se il nuovo candidato-commissario del governo francese, Thierry Breton, è la persona giusta al posto giusto. Sappiamo che il presidente francese Emmanuel Macron vorrebbe che all'imprenditore ed ex ministro fosse promesso lo stesso portafoglio che era stato affidato a Sylvie Goulard, sfortunata candidata bocciata dal Parlamento europeo. La delega è ampia, include l'industria, il mercato u...

    – Beda Romano

    Rinviata l'entrata in carica della Commissione von der Leyen - Cosa significa per l'Unione?

    Dopo qualche giorno di tira-e-molla, l'establishment comunitario ha dovuto ammettere che la Commissione europea presieduta da Ursula von der Leyen non potrà entrare in carica il 1° novembre, come previsto inizialmente. Mancano all'appello tre commissari: tutti bocciati in un modo o nell'altro dall'assemblea parlamentare. Francia, Romania e Ungheria devono quindi presentare un nuovo candidato. Ormai si guarda alla data del 1° dicembre, se tutto andasse per il verso giusto. Potremmo attribuire la...

    – Beda Romano

    Il rischio debito resta ma dalla Ue nessun ultimatum

    Se si guarda al rispetto formale e puntuale delle regole europee, il rischio di "deviazione significativa" paventato dalla Commissione europea nella lettera inviata al ministro dell'Economia Roberto Gualtieri è tutt'altro che scongiurato

    – di Dino Pesole

    Il futuro dei parlamenti tra riforma e continuità

    Nel suo editoriale domenicale (Da Roma a Bruxelles, i dilemmi dei Parlamenti, 13 ottobre 2019) puntuale e acuto come sempre, Sergio Fabbrini si riferisce alle vicende della settimana appena trascorsa a Bruxelles e a Roma - la bocciatura di Sylvie Goulard da parte del Parlamento europeo e

    – di Nicola Lupo

    Da Roma a Bruxelles i dilemmi dei parlamenti

    I Parlamenti sono ritornati al centro del dibattito pubblico. Tuttavia, tale riaffermazione del ruolo parlamentare si è rivelata più efficace nella difesa di tradizionali prerogative, piuttosto che nell'individuazione di prerogative adeguate al nuovo contesto in cui i Parlamenti agiscono

    – di Sergio Fabbrini

1-10 di 79 risultati