Ultime notizie:

Suezmax

    Noli delle petroliere decuplicati in un mese, off limits un quinto della flotta

    Un quinto della flotta mondiale delle petroliere più grandi è praticamente intoccabile, per il rischio di sanzioni o perché si trova nei cantieri navali per adeguarsi alle nuove regole sui carburanti di Imo 2020. E questo sta provocando un'impennata dei noli senza precedenti: nell'ultimo mese

    – di Sissi Bellomo

    Petroliera iraniana in fiamme, il mercato resta prudente

    Un nuovo misterioso incidente a una petroliera - questa volta battente bandiera iraniana - complica la trama sempre più pericolosa delle relazioni mediorientali. Ma le quotazioni del barile ancora una volta non si infiammano, benché il rischio geopolitico sia a livelli di guardia come non accadeva

    – di Sissi Bellomo

    Perché i focolai di crisi in Medio Oriente non infiammano il petrolio

    L'incidente alla petroliera iraniana ha un effetto limitato sulle quotazioni. Il Brent dopo la fiammata di oltre 2 punti percentuali seguita alla notizia di una petroliera iraniana in fiamme nel Mar Rosso, ha ridimensionato la sua corsa. Restano ancora dubbi, però, su quanto accaduto oggi nelle prime ore dell'albaalla nave Suezmax.

    – di Sissi Bellomo

    Per petrolio e Gnl è caos nei mari dopo le sanzioni Usa contro Cosco

    I noli delle petroliere hanno raggiunto livelli record e su alcune rotte stanno emergendo difficoltà nel trasporto di greggio e Gnl. Sono questi gli effetti (probabilmente imprevisti) delle sanzioni Usa contro due società cinesi controllate da Cosco Shipping, il più grande armatore del mondo. Un caso che ricorda quello che aveva visto protagonista la russa Rusal e che aveva sconvolto l'intera filiera dell'alluminio

    – di Sissi Bellomo

    Petrolio, così gli Usa hanno scatenato una battaglia navale

    Sei petroliere bloccate per novanta giorni, in difficoltà persino a servire i pasti all'equipaggio, un giacimento nel mare Adriatico costretto a interrompere la produzione per oltre due mesi. E uno storico armatore italiano che ha dovuto ricorrere al concordato preventivo per sopravvivere alla

    – di Sissi Bellomo

    Energia e piattaforme, i «conti» del referendum

    I conti in tasca al referendum "sulle trivelle" non si possono fare sul caso della vittoria delle astensioni o dei "no" alla chiusura delle piattaforme in mare, poiché tutto rimarrebbe invariato come oggi, mentre è più facile farli sulla vittoria del "sì" alla fermata degli impianti petroliferi.

    – Jacopo Giliberto

1-10 di 14 risultati