Persone

Steven Mnuchin

Steven Mnuchin, nato a New York il 21 dicembre 1962, ex banchiere di Goldman Sachs, è stato scelto dal neo presidente Donald Trump come nuovo segretario del Tesoro.

Dopo la laurea a Yale, Mnuchin, che per sei mesi durante la campagna elettorale è stato il principale consigliere economico del presidente, ha lavorato per 17 anni in Goldman Sachs dirigendo il dipartimento tecnologico e diventando partner a 31 anni (anche il padre ha fatto carriera nella stessa banca d'affari). Nel 2002 ha lavorato per un hedge fund legato a George Soros, prima di sbarcare a Hollywood e diventare presidente di Dune Entertainment Partners Mnuchin, società che ha finanziato film come Avatar, e Sully di Clint Eastwood (regsita repubblicano e sostenitore di Trump).

Nel suo curriculum anche un'operazione finanziaria molto criticata da alcuni ma lodata dallo stesso Trump: il salvataggio della OneWest Bank, banca comprata e rimessa in sesto da Mnuchin con una lauta plusvalenza a spese dei proprietari di case strangolati dal mutuo. Sotto la guida del manager l'istituto ha effettuato 36.000 pignoramenti.

Per Lloyd Blankfein, ceo di Goldman Sachs, è uno "smart, smart guy". Da gennaio 2017 questo smart guy guiderà il Dipartimento del Tesoro americano, occupandosi delle questioni economiche, finanziarie e monetarie del Paese e anche della sicurezza nazionale.

Ultimo aggiornamento 12 dicembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Steven Mnuchin | Donald Trump | George Soros | Clint Eastwood | Lloyd Blankfein | Università di Yale | Ministero del Tesoro | Avatar | Entertainment Partners Mnuchin | Goldman Sachs |

Ultime notizie su Steven Mnuchin

    Borse piatte dopo voto Baviera. Spread a 307: oggi Cdm su Bilancio

    Borse europee, dopo una settimana con perdite tra il 4% e il 5% per tutti i principali indici azionari, aprono la settimana in sostanziale equilibrio visto che il mix di fattori di incertezza non concede spazi per il momento a un rimbalzo: i continui botta e risposta Stati Uniti-Cina sui temi

    – di Andrea Fontana

    Fmi, nodo yuan nelle trattative sul commercio tra Stati Uniti e Cina

    BALI - L’11 ottobre il segretario al Tesoro Usa, Steven Mnuchin, ha incontrato il Governatore della Banca centrale cinese, Yi Gang, a Bali, a margine del meeting dell’Fmi e del G20. Mnuchin ha sollevato la questione valutaria, affermando che deve entrare nei negoziati in corso sul commercio e ha espresso preoccupazione per il recente deprezzamento dello yuan nei confronti del dollaro. ... Ma per Mnuchin, Pechino deve fare di più per riequilibrare le relazioni commerciali tra i due Paesi.

    – dal nostro inviato Gianluca Di Donfrancesco

    Tria a Mnuchin: «Determinati a ridurre rapporto debito-Pil»

    debito/Pil»: è la rassicurazione del ministro dell'Economia e delle Finanze Giovanni Tria al segretario al Tesoro Usa, Steven Mnuchin, incontrato questa mattina in un bilaterale a Bali, un Indonesia, a margine dei lavori delle assemblee annuali del... Mnuchin e Tria hanno poi condiviso la necessità che siano abbassati i toni nel dialogo con l'Europa. Il ministro, interpellato dai cronisti prima prima dell'incontro con Mnuchin se avesse preoccupazioni per la reazione dei mercati alla manovra in...

    Mnuchin avverte la Cina: no a svalutazioni competitive

    Il fattore valutario entra in modo esplicito nel contenzioso commerciale tra Stati Uniti e Cina: in una intervista alla vigilia del vertice di Bali di Fmi e Banca Mondiale, il Segretario al Tesoro Steven Mnuchin ha avvertito Pechino di evitare il... Mnuchin ha sottolineato che il Tesoro sta monitorando “molto attentamente” le questioni valutarie, notando che il renmimbi si è deprezzato quest'anno “in modo significativo”. “Nel considerare i problemi commerciali,...

    – di Stefano Carrer

1-10 di 154 risultati