Persone

Steve Bannon

Stephen Kevin Bannon è un manager, produttore a Hollywood, stratega della campagna prima e poi consigliere capo del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Il 18 agosto 2017 Bannon è stato scaricato da Trump per le sue posizioni troppo radicali e populiste.

Bannon è nato il 27 novembre 1953 a Norfolk, in Virginia da una famiglia cattolico irlandese di stampo democratico. Ha studiato alla Virginia Tech e alla Georgetown University e conseguito un M.B.A. con lode presso la Harvard Business School. Bannon è stato ufficiale della Marina degli Stati Uniti, in servizio sul cacciatorpediniere Paul F. Foster e assistente speciale al Pentagono.

Ha lavorato poi alla banca d'affari Goldman Sachs come investment banker nel dipartimento Mergers & Acquisitions per poi fondare nel 1990 una banca d'investimento specializzata nei media. Dopo la vendita di Bannon & Co. è diventato un produttore esecutivo di Hollywood (tra i film prodotti un documentario che osanna Sarah Palin, uno su Ronald Reagan e l'ultimo su Hillary Clinton "Clinton Cash").

Dal 2007 fino al 2011, Bannon è stato presidente e CEO di Affinity Media e American Vantage Media Corporation. Ha guidato per 4 anni fino ad agosto 2016 il sito Breitbart News apertamente «alt-right», cioè che si ispira al movimento legato all'ideologia della destra radicale, suprematista e antisemita. Da qui ha condotto la campagna elettorale a favore di Donald Trump per reclutare simpatizzanti tra il popolo bianco contrario al multiculturalismo, all'immigrazione e a favore dell'uso dei civili delle armi.

Nel 2015 la rivista Mediaite l'ha inserito tra le venti persone più influenti nel campo dei media americani. Con il socio Peter Schweizer (politico e scrittore) ha fondato il Government Accountability Institute un'associzione non profit che pubblica libri e agisce contro l'establishment politico che ha come scopo "l'indagine la denuncia del capitalismo clientelare e della corruzione nel governo".

E' stato sposato tre volte e ha tre figlie, in passato è stato accusato del reato di violenza domestica e di antisemitismo dalla seconda moglie.

Ultimo aggiornamento 19 agosto 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Reati | Steve Bannon | Donald Trump | American Vantage Media Corporation | Harvard | Hillary Clinton | Stati Uniti d'America | Peter Schweizer | Ronald Reagan | Sarah Palin | Paul F. Foster | Affinity | Government Accountability Institute | Stephen Kevin Bannon | Goldman Sachs | Virginia Tech | Bannon & Co. | Mergers & Acquisitions |

Ultime notizie su Steve Bannon

    Virus e crisi economica: Usa e Cina stanno andando verso una nuova guerra fredda?

    ...e l'ex spin doctor Steve Bannon. ... Spinge il fronte degli anti-Cina sul piano mediatico Steve Bannon, l'ex spin doctor del presidente, anima nera della destra americana che a gennaio ha lanciato un podcast sulla pandemia dal titolo esplicativo: War Room, dal quale lancia fendenti...

    – di Riccardo Barlaam

    Lo spettro "Wexit" s'aggira per il Canada

    Tutte posizioni che ricordano da vicino la alt-right americana, la "destra alternativa" molto attiva sul web che faceva riferimento a Steve Bannon e a Milo Yiannopoulos.

    – di Marco Dell'Aguzzo

    Abbazia di Trisulti: il Tar blocca lo sfratto della Fondazione sovranista

    Accolta la sospensiva presentata dall'associazione Dignitas Humanae Institute. Il monastero sarebbe dovuto diventare una scuola di formazione della classe dirigente sovranista, sotto la regia della fondazione "The Movement" di Steve Bannon. Il ministero ha annunciato che «presenterà ricorso al Consiglio di Stato»

    «Watchmen», la serie Tv spiegata con l'America di Trump (e i suprematisti)

    I giustizieri mascherati di Alan Moore tornano nella nuova produzione di Hbo che rilegge le dinamiche del graphic novel con gli occhi degli Usa di oggi, tra armi facili e tensioni razziali. E Trump, grande oppositore della fusione tra At&t e Warner, diventa bersaglio

    – di Francesco Prisco

    Siri, il pranzo tra Nicastri e l'ex sottosegretario. I nodi della corruzione

    All'udienza di incidente probatorio Manlio Nicastri ha ammesso di aver saputo di una «promessa» di corruzione «però se fosse solo intenzione di Arata o che il senatore Siri ne fosse a conoscenza non so dire». Vito Nicastri - già accusato di essere uno dei finanziatori della latitanza del boss Matteo Messina Denaro - dice di aver partecipato a un pranzo con Siri. Il 18 aprile scorso l'ex sottosegretario aveva negato di conoscere l'imprenditore

    – di Ivan Cimmarusti

    Arata: «I politici se li usi li paghi». Il giallo della telefonata con Salvini

    Depositati gli atti dei pm di Roma sulla presunta tangente da 30mila euro pagata da Paolo Arata ad Armando Siri per influire sulle scelte di politica energetica del governo. La dazione avrebbe creato un beneficio alle imprese nel settore delle rinnovabili di Paolo Arata, in affari con Vito Nicastri, imprenditore accusato di finanziare la latitanza del boss Matteo Messina Denaro.

    – di Ivan Cimmarusti

1-10 di 162 risultati