Ultime notizie:

Stephen S. Roach

    La promessa mancata di Trump

     Poco più di un anno fa, sotto un cielo grigio e di fronte a una folle esigua, Donald Trump ha prestato giuramento come presidente degli Stati Uniti. Nel suo discorso di insediamento, promise che, «Ogni decisione sul commercio, sulle tasse, sull'immigrazione, sugli affari esteri, verrà presa a

    – di Roman Frydman, Ken Murphy, Jonathan Stein e Stuart Whatley

    Il potere delle donne

    La scorsa settimana, con una raffica di tweet, il presidente americano Donald Trump ha accusato Carmen Yulín Cruz, sindaco di San Juan, Puerto Rico, di "scarsa leadership" dopo che quest'ultima aveva osato criticare la risposta del governo federale Usa all'uragano Maria. Il capriccioso cinguettio

    – di Stuart Whatley, Ken Murphy, Jonathan Stein e Roman Frydman

    Il sistema finanziario globale: quanto è stabile?

    Solo dieci anni fa, il 9 agosto 2007, la banca francese BNP Paribas decideva di limitare l'accesso degli investitori ai soldi che avevano depositato in tre fondi che gestivano all'incirca 2,2 miliardi di dollari, una manovra di congelamento senza precedenti, che però all'epoca passò quasi

    – di Benjamin J. Cohen

    Il futuro del commercio tra leader populisti e capri espiatori

    Con l'ampio incoraggiamento da parte del presidente Usa Donald Trump e di altri demagoghi populisti, la paura pubblica della globalizzazione è diventata una delle questioni dominanti del nostro tempo. Tra tutte le molteplici manifestazioni della globalizzazione, i populisti hanno preso di mira gli

    – di Rohinton P. Medhora

    Il circo volante di Donald Trump

    Nella nostra analisi dei primi 100 giorni di Donald Trump abbiamo descritto due scuole di pensiero sul 45esimo presidente degli Stati Uniti: quella di chi continua a sperare che Trump possa essere un leader efficace, e quella di chi invece prevede soltanto un susseguirsi di scandali e disastri.

    – di Stuart Whatley, Jonathan Stein, Roman Frydman e Ken Murphy

    La stagione delle promesse è finita

    L'agenda di politica economica di Donald Trump durante la campagna presidenziale americana del 2016 è stata un test di Rorschach a livello politico: dove i suoi sostenitori vedevano un nuovo e audace progetto per realizzare una crescita robusta e maggiore prosperità, molti altri negli Stati Uniti e

    – di Ken Murphy, Jonathan Stein, Stuart Whatley e Roman Frydman

    Quanto durerà la frenata cinese?

    La stabilità sociopolitica e il dinamismo economico della Cina riusciranno a reggere? Si tratta di una domanda che ora circola molto più frequentemente tra gli osservatori della Cina che in qualsiasi altro momento degli ultimi trent'anni. Il prossimo autunno il 19esimo Congresso del Partito

    – di Wing Thye Woo

    Il populismo e il nuovo disordine mondiale

    Si suppone che il nuovo anno inizi nella speranza. Anche nei giorni più bui della Seconda Guerra Mondiale, le celebrazioni del Nuovo Anno erano sostenute dalla convinzione che in qualche modo il corso degli eventi si sarebbe orientato verso la pace. E pare oggi profetico quanto scrisse Arthur

    Perché Pechino non avrà una «sindrome giapponese»

    Nonostante i crescenti timori per l'economia cinese, Pechino non si sta avviando verso decenni di stagnazione "giapponese". Eppure su questo giudizio grava un velo di incertezza. Da colloqui con autorità, imprenditori, accademici e investitori cinesi, ho capito quanto l'esperienza giapponese

    – di Stephen S. Roach

    Banche centrali, la trappola della liquidità

    Con quello che potrebbe essere facilmente considerato un gesto finale di disperazione, le banche centrali stanno per abdicare al ruolo loro affidato di amministrare e controllare in modo efficace l'economia. Prima ci sono stati i tassi di interesse a zero, poi il quantitative easing, adesso i tassi

    – di Stephen S.Roach

1-10 di 106 risultati