Ultime notizie:

Stephen Gould

    «Ardor, desir, amor» materia per teologi

    «Un medesimo ardor, un desir... / inclina e sforza l'uno e l'altro sesso / a quel suave fin d'amor». Siamo nel IV canto dell'Orlando Furioso, quello del volo di Ruggiero, innamorato di Angelica, sull'ippogrifo, all'ottava 66, e Ariosto ci offre una suggestiva ricomposizione della costellazione che

    – di Gianfranco Ravasi

    La mistica degli agnostici

    Filosofo, matematico, scrittore (Nobel 1950 della letteratura) ma soprattutto agnostico, tant'è vero che poteva intitolare un suo saggio del 1927 Perché non

    – Gianfranco Ravasi

    Poesia e scienza hanno le ali

    Vladimir Nabokov era un grande autore ma sperava nella fama come entomologo. E una sua teoria trova conferma scientifica

    – Carlo Rovelli

    Trasparenza per il dialogo

    Un paio d'anni prima della sua morte, avvenuta nel 1994, ho avuto l'occasione di incontrare Franco Fortini e curiosamente scoprii un suo vivo interesse - sorprendente in un "laico" così netto, anche per la sua matrice culturale - per la figura e l'opera di Simone Weil. Ne conosceva profondamente

    – Gianfranco Ravasi

    Dialogo aperto con la scienza

    Anni fa mi mostrarono la registrazione della prima puntata di una fortunata serie televisiva americana intitolata Cosmos, diretta da un noto astronomo

    – Gianfranco Ravasi

    Il significato del guarire

    Dieci anni fa moriva a New York la scrittrice Susan Sontag, di matrice ebraica ma dotata di una curiositas culturale onnivora e cosmopolita. Ebbene, a metà

    – di Gianfranco Ravasi

    Il significato del guarire

    Il gesuita belga Guy Vanhoomissen spiega come la dottrina cattolica abbia dato varie interpretazioni al risanamento

    – Gianfranco Ravasi

    Sotto il cielo di Galileo

    «E' l'intenzione dello Spirito Santo d'insegnarci come si vadia al cielo e non come vadia il cielo». Chissà quante volte i nostri lettori hanno sentito questa

    – di Gianfranco Ravasi

    • Niente saldi, la fede resiste

      Soffermarsi sul creazionismo per rimettere in dubbio il Cristianesimo è un esercizio logico superato - Un saggio di Schröder confuta il ricorso alle tesi evoluzioniste per contestare la religione