Persone

Stefania Giannini

Stefania Giannini è nata il 18 novembre del 1960 a Lucca ed è una professoressa ordinaria di Glottologia e Linguistica, nominata, il 22 febbraio del 2014, Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca nel primo Governo Renzi.

Ha studiato presso le Università degli Studi di Pisa e di Pavia, diventata professoressa universitaria, tra il 2004 ed il 2012 ha rivestito la carica di Rettore dell'Università per Stranieri di Perugia.

Ha ricoperto, nel settore educativo ed in quello della promozione culturale, incarichi di rilievo sia in ambito nazionale che internazionale.

In particolare è stata membro della Commissione nazionale per la Promozione della Cultura Italiana all'Estero del Ministero degli Affari Esteri;

Presidente della Commissione di Studio del CNR per l'Etica della Ricerca e la Biotetica;

membro del Comitato di orientamento strategico per le relazioni scientifiche e culturali fra Italia e Francia.

Tra il 2006 ed il 2011 è stata delegato della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane e responsabile delle Relazioni Internazionali.

Nel 2009 è diventata membro del Comitato di orientamento strategico per le relazioni scientifiche e culturali fra Italia e Francia e nel 2010 ha assunto la carica di presidentessa della Società Italiana di Glottologia.

Candidatasi in Toscana nella lista Con Monti per l'Italia, è stata eletta al Senato della Repubblica nelle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio del 2013.

Il 26 febbraio del 2011 è stata insignita, su inziativa del Presidente della Repubblica, dell'onorificienza di Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

E' sposata col manager Luca Rossello ed è madre di due figli.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Cultura | Orientamento strategico | Stefania Giannini | Consiglio nazionale delle ricerche | Francia | Ricerca | Ministero degli affari Esteri | Luca Rossello | Toscana | Università Italiane | Governo Renzi | Senato |

Ultime notizie su Stefania Giannini

    Fondazione Bocelli: in dieci anni raccolti oltre 36 milioni

    Festeggia i dieci anni di attività con nuovi progetti la Fondazione Andrea Bocelli (Abf), trasferitasi da poche settimane in una sede prestigiosa nel capoluogo toscano: il complesso barocco di San Firenze, a due passi da Palazzo Vecchio, dove fino al 2012 c'era il tribunale.

    – di Silvia Pieraccini

    Ristori, Invalsi e recuperi estivi per riempire il vuoto della Dad

    Non è che con 20 giorni di più in classe a giugno che si recuperano mesi e mesi e di didattica a distanza. Il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, lo ha detto chiaramente in Parlamento, cassando di fatto la proroga dell'anno scolastico 2020/21 e guardando inevitabilmente al 2021/22 per un

    – di Eugenio Bruno, Claudio Tucci

    Quando le parole fanno male anche senza essere insulti

    Tra le forme di violenza che le donne subiscono, c'è anche quella linguistica. Come si fa a far male alle donne con le parole? «Mi fai male con le parole» è la lucida formulazione adottata in un importante convegno tenuto a Ca' Foscari qualche anno fa in occasione del 25 novembre, Giornata

    – di Anna M. Thornton

    L'Istruzione si riorganizza, a rischio scuola-lavoro e Its

    In Germania esiste una cabina di regia che si occupa di scuola-lavoro e formazione duale. Un'analoga "direzione generale" dedicata all'istruzione tecnico-professionale è presente anche in Francia e Spagna, e in quasi tutti i paesi del Nord-Europa, dove il tasso di disoccupazione giovanile è

    – di Claudio Tucci

    Il Festival della comunicazione lancia il forum dell'educazione

    Un forum per ragionare sul sistema scolastico italiano: lo promuove il Festival della Comunicazione di Camogli che ha organizzato per l'1 e 2 febbraio una tavola rotonda dedicata al rinnovamento della scuola come priorità strategica per l'Italia, per dare nuova forma al sistema educativo. Si

    – di Redazione Scuola

    La miniera dei dati al Miur e non solo, la grande occasione di Fioramonti

    Un report del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) - pubblicato nel luglio 2016 e poi cestinato - abbozzava una strategia fondamentale per il Paese. Oggi i dati restano sotto il controllo dei servizi studi interni, ma aprire le porte della PA all'analisi dei dati non costerebbe nulla - grazie a tecnologie e metodologie nuove e sicure - e permetterebbe di sviluppare soluzioni innovative per migliorare l'istruzione e la vita dei cittadini. Cosa aspettiamo? Si fa un gr...

    – Tortuga

1-10 di 547 risultati