Le nostre Firme

Stefania Arcudi

Redattore Radiocor |  @StefaniaArcudi |  LinkedIn |

Stefania Arcudi è giornalista professionista dal 2005. Laureata in Scienze e Tecnologie della Comunicazione a Milano, ha iniziato la carriera giornalistica nel 1999. Ha lavorato a New York dal 2006 al 2013, occupandosi di politica, economia e finanza americana. Tra le altre cose ha seguito gli sviluppi della crisi finanziaria del 2008, lo stato delle relazioni Italia-Usa e i cicli delle elezioni presidenziali. Oggi si occupa di mercati e finanza internazionale, della Borsa milanese e delle aziende italiane quotate, con focus sul settore auto e immobiliare.

  • Luogo: Milano
  • Lingue parlate: italiano (madrelingua), inglese, francese
  • Argomenti: Finanza, mercati, economia

Ultimo aggiornamento 16 settembre 2019

Ultimi articoli di Stefania Arcudi

    Wall Street chiude in rialzo dell'1,1% sull'intesa Usa-Cina

    Nell'ottava acquisti in tutto il Vecchio Continente, Milano la migliore da inizio anno. Ottimismo sui listini azionari per l'avanzamento del negoziato Usa-Cina. Anche daBrexit si apre qualche spiraglio, con i mercati che sembrano credere in un accordo last minute, cosa che ha portato la valuta britannica al massimo in tre mesi. Petrolio in rally con tensioni in Iran

    – di Andrea Fontana e Stefania Arcudi

    Tonfo Philips ad Amsterdam dopo profit warning, pesa guerra dazi

    Il gruppo, attivo nelle tecnologie per il settore sanità e nelle apparecchiature per ospedali, ha fatto sapere che non centrerà gli obiettivi sugli utili. Il titolo è arrivato a perdere quasi il 10%, il ribasso maggiore in 12 mesi, ed è scivolato a livelli che non si vedevano da giugno

    – di Stefania Arcudi

    Le aperture di Trump sulla Cina riaccendono le Borse. A Piazza Affari (+1%) corre Unicredit

    Il presidente Usa ha detto che incontrerà venerdì il vicepremier cinese, smentendo indiscrezioni su una rottura dei negoziati. In Europa gli acquisti si sono concentrati su banche, auto, industriali. Acquisti anche sui titoli del lusso dopo i dati di ieri del colosso francese Lvmh. Petrolio in rialzo dopo il report Opec. Spread chiude in rialzo di un punto a 154

    – di Chiara Di Cristofaro e Stefania Arcudi

    Borse europee tirano il fiato dopo lavoro Usa, Milano chiude a +0,75% con sprint St

    Negli Stati Uniti sono stati creati meno posti di lavoro del previsto, ma il tasso di disoccupazione è calato al 3,5%, il minimo dal 1969. Ora i riflettori si spostano sulle decisioni della Federal Reserve a fine ottobre. In generale positivi gli indici europei, nonostante il rallentamento di banche e auto. Spread chiude poco mosso a 152 punti

    – di Andrea Fontana e Stefania Arcudi

    Wto, rischio recessione e Brexit affondano le Borse. Spread balza a 153

    Gli istituti tedeschi tagliano le stime sulla crescita della Germania, dopo che ieri i dati sull'attività manifatturiera negli Stati Uniti scesi ai minimi da 10 anni hanno messo in allarme gli investitori. Male anche Wall Street. Occhi puntati sulla Gran Bretagna, con il premier Johnson ha presentato la sua ultima offerta per la Brexit. Spread sopra 150 punti, petrolio in forte calo dopo rialzo scorte Usa

    – di Chiara Di Cristofaro e Stefania Arcudi

    Trump spegne l'Europa, Milano (+0,01%) sulla parità con utility

    Il segretario al Tesoro americano, Steven Mnuchin, ha confermato che le trattative commerciali tra Washington e Pechino riprenderanno il mese prossimo, ma Trump dall'Onu ha di nuovo attaccato Pechino. A Piazza Affari giù Fca, corre Diasorin. Euro attorno a 1,10 dollari, petrolio in calo. Spread chiude invariato a 142 punti

    – di Paolo Paronetto e Stefania Arcudi

1-10 di 340 risultati