Ultime notizie:

Stefan Zweig

    Le recensioni

    Bianca Pitzorno, «Il sogno della macchina da cucire» - 6 gennaio 2019

    – di Stefano Biolchini

    Il diavolo mette la coda nella letteratura: il piacevole libro di Paolo Maurensig

    Goethe non avrebbe mai potuto immaginare di scaldare il nido al demonio, fermandosi accidentalmente a dormire un paio di secoli fa nel paesino svizzero di Dichtersruhe; men che meno che quest'ultimo si infilasse nei panni di un editore, mestiere che proverbialmente non incontra i lauti guadagni di cui il maligno è ghiotto. In questo paesino, strozzato nelle gole delle montagne e baciato solo d'estate dall'allegria degli alpinisti in vacanza, è ambientata l'ultima opera di Paolo Maurensig, Il dia...

    – Cristina Battocletti

    Leopoli, città di sogni e di confini annullati

    Per arrivare preparati a Leopoli, bisogna passare prima a Drohobych, 80 km a sud, nel paese delle Botteghe color cannella di Bruno Schulz: «La sostanza di quella realtà - osserva l'autore in un'intervista del 1935 - si trova in stato di continua fermentazione, di germinazione, di vita segreta. Non

    – di Carlo Ossola

    Dostoevskij scriveva disegnando

    l'11 novembre 1921, centenario della nascita di Dostoevskij, una commissione ufficiale (tre membri, fra cui Maksim Gor'kij) aprì la cassetta di sicurezza della Banca Statale di Pietroburgo in cui nel 1899 Anna Grigor'evna, vedova dello scrittore, aveva depositato alcuni gioielli e molti materiali

    – di Serena Vitale

    Il cervello di Einstein «fuori scatola»

    Cranio. Albert Einstein desiderava essere cremato. Quando morì, invece, il patologo Thomas Harvey, in gran segreto, operò un taglio sopra la fronte, asportò il cuoio capelluto, prese un seghetto e gli aprì il cranio. Il cervello fu poi riprodotto in 240 pezzi di un centimetro cubo.

    – Giorgio Dell'Arti

    Impegno e ipocrisia

    La pubblicazione delle lettere fra Thomas Mann e Stefan Zweig, da più di un secolo narratori e saggisti di lingua tedesca fra i più letti nel mondo, è un evento di grande interesse. Dopo ricerche di anni, l'epistolario è inserito in un volume di quasi 500 pagine. Katrin Bedenig e Franz Zeder hanno

    – di Arnaldo Benini

    Passiva America

    New York, 29 luglio 1940

    – di - Stefan Zweig

    Per una federazione europea

    L'Unione europea è l'Europa di Adam Smith o quella di Colbert, uno spazio di libero scambio oppure il progetto di uno Stato-nazione più in grande? Per la verità, è stata l'una cosa e l'altra, ma il cuore degli europeisti batte per una "ever-closer union", per una Unione cioè che continui a

    – di Alberto Mingardi

    L'immensa pazienza di un popolo

    Negoreloe, prima terra russa. Sera tardi. Già così buio che la celebre stazione rossa con la scritta "Proletari di tutto il mondo, unitevi!" non si riesce più a scorgere. Ma pur con tutta la migliore volontà non riesco nemmeno a vedere le Guardie Rosse armate ferocemente fino ai denti rappresentate

    – di Stefan Zweig

1-10 di 45 risultati